Morto in motorino a 16 anni, si chiamava Nunzio. Tragico frontale in un tratto buio della strada

La vittima avrebbe dovuto compiere 17 anni tra poco. Era in sella assieme a un amico su un scooter Phantom Malaguti, entrambi avevano il casco. Tremendo l'impatto alle 22 di ieri sera contro una Clio, guidata da un 21enne

Si chiava Nunzio Gallo, 17 anni ancora da compiere. Residente a Bibbiena, studiava all'Isis Fermi. Era appassionato di calcio. La sua vita si è interrotta tragicamente nella serata di ieri, poco prima delle 22, sulla regionale 70 del Casentino, tra Poppi e Bibbiena. Si presume fosse lui alla guida dello scooter Phantom Malaguti, 50 di cilindrata, che ha impattato semi-frontalmente con un'auto bianca, una Renault Clio. Il 16enne è morto, in sella anche un coetaneo di Nunzio, portato in codice rosso alle Scotte di Siena in elicottero. Ferito seriamente, ma non in pericolo di vita. Entrambi i minorenni in sella avevano il casco. Feriti in maniera più lieve gli occupanti della Clio, anche in questo caso due ragazzi: un 21enne e un 20enne, finiti al pronto soccorso dell'ospedale di Bibbiena, per traumi minori.

E' il quarto incidente mortale in 40 giorni nell'Aretino

La dinamica dell'incidente

Lo schianto si è verificato in un tratto stradale rettilineo, nei pressi della località Memmenano, nel comune di Poppi, all'uscita di una semi-curva. Una delle porzioni relativamente più "veloci" di quella strada. Il fondo della carreggiata, assicurano i carabinieri della compagnia di Bibbiena guidati dal capitano Gabriele Fabbian che stanno effettuando le indagini, era buono. Tuttavia il punto in cui l'incidente si è verificato non era particolarmente illuminato. Il limite è di 70 chilometri orari: anche se rispettato da entrambi i veicoli, avrebbe potuto dare origine a uno scontro frontale tremendo, come quello avvenuto. Sull'incidente mortale è stato aperto un fascicolo da parte del pm della Procura di Arezzo Chiara Pistolesi. Tuttavia la dinamica non è chiara e l'assenza di testimoni oculari rende ulteriormente difficoltoso il lavoro di ricostruzione degli inquirenti. L'unica certezza è la direzione di marcia dei veicoli coinvolti: la vettura da Poppi a Bibbiena, il motorino da Bibbiena a Poppi.

L'intervento dei soccorritori dopo la schianto e la strada chiusa

Sul posto, subito dopo l'impatto, si sono recati i carabinieri della compagnia di Bibbiena per i rilievi di legge, i vigili del fuoco del distaccamento di Bibbiena e il 118 di Arezzo. Il tratto della regionale 70 della Consuma interessato dal sinistro è rimasto a lungo chiuso in entrambe le direzioni. Sul posto anche Pegaso, atterrato (con tecnologia Nvg per voli notturni) sul campo sportivo di Bibbiena per soccorrere il 17enne (residente a Bibbiena), rimasto ferito e che ha riportato la frattura scomposta di tibia e perone, oltre a varie escoriazioni. Il conducente dell'auto, invece, non è in gravi condizioni: è un 21enne di Pieve a Socana (Castel Focognano), portato in ambulanza in codice verde al pronto soccorso del Casentino. In ospedale in codice giallo, inoltre, un 20enne di Talla, anche lui nell'auto, per un lieve trauma alla testa.

Il sindaco di Bibbiena: "Grande scoramento. Vicini alla famiglia"

Il sindaco Filippo Vagnoli esprime il suo cordoglio personale e quello di tutta la Giunta del Comune di Bibbiena e un sentimento di vicinanza alla famiglia di Nunzio Gallo, scomparso prematuramente ieri sera in un incidente stradale avvenuto lungo la Strada regionale 70. Il sindaco commenta: "Non ci sono parole davanti a tragedie come questa, ma solo un grande senso di scoramento e di rabbia. Poter usare altri termini, almeno ora, ci resta difficile. Vorrei solo esprimere la mia vicinanza ai fratelli e ai genitori di Nunzio, dire loro che l'amministrazione e la comunità di Bibbiena non li lasceranno soli in questo dolore. Nunzio è figlio di tutto noi". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Batterio New Delhi: un caso nell'Aretino. Il monitoraggio e la prevenzione in Toscana

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento