Lunedì, 18 Ottobre 2021
Incidenti stradali

"Eri buono e gentile". Tragedia in moto, commozione per la morte di Giacomo Parati

Molto conosciuto ad Arezzo, gli amici lo ricordano come una persona squisita. Ha perso la vita questa mattina lungo la strada provinciale 327

Uno scontro frontale-laterale tremendo tra la sua moto e un'automobile: un impatto che non gli ha lasciato scampo. E' morto sul colpo Giacomo Parati, 41 anni, di Arezzo. Molto conosciuto in città, lavorava ad Aruba, nota impresa digitale aretina. Nello scontro avvenuto in tarda mattinata è rimasta anche ferita l'amica 40enne che era in sella insieme a Giacomo.

La dinamica dell'incidente

La tragedia è avvenuta poco dopo le 11, Giacomo e la 40enne erano sulla Ktm da enduro della vittima, procedendo da Arezzo verso Foiano della Chiana, lungo la Sp 327, all'altezza di Renzino. Una Fiat Panda color arancione - guidata da un 58enne di Foiano e provienente dalla direzione opposta - ha svoltato a sinistra, a quel punto è avvenuto l'impatto. La moto è finita a terra, nei pressi della chiesa del paese. Per Giacomo non c'è stato niente da fare, la 40enne è stata trasportata dai soccorritori, in codice giallo, all'ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena. La Procura di Arezzo, con la pm Julia Maggiore, ha aperto un'indagine per omicidio stradale. Le indagini sono state affidate alla polizia municipale di Foiano della Chiana, il 58enne è risultato negativo all'alcol test.

Chi era Giacomo Parati

Giacomo Parati era grande appassionato di moto e di rugby, sport che aveva praticatoin città. "Buono e gentile, disponibile verso tutti", così lo ricordano gli amici. La commozione, appena si è diffusa la notizia, si è anche riservata sui social e la bacheca facebook di Giacomo è stata riempita di messaggi di cordoglio di amici, colleghi e conoscenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Eri buono e gentile". Tragedia in moto, commozione per la morte di Giacomo Parati

ArezzoNotizie è in caricamento