rotate-mobile
Incidenti stradali

Morto a 20 anni a Ruscello, inchiesta per omicidio stradale. Fuori pericolo l'amico della vittima

Sull'incidente costato la vita a Paolo Berbeglia indagano i carabinieri di Arezzo: lunedì ispezione esterna sulla salma, niente autopsia. Il 20enne ferito portato a Siena con Pegaso non è in pericolo di vita

La Procura di Arezzo ha aperto un'inchiesta a seguito della morte di Paolo Berbeglia, il ventenne militare aretino che ha perso la vita nella notte tra venerdì e sabato nei pressi della frazione di Ruscello, in un drammatico incidente sulla Sp21, mentre stava tornando in auto assieme a tre amici coetanei dopo la serata ad Arezzo. Feriti gli altri ragazzi: il più grave, un 20enne portato alle Scotte di Siena in elicottero, è stato giudicato fuori pericolo nel corso della giornata di ieri.

L'ipotesi omicidio stradale

Intorno all'1 la Volkswagen Polo a bordo della quale il gruppo stava viaggiando, nei pressi di una rotonda, è uscita di strada, ribaltandosi più volte e andando a impattare contro un palo. Paolo Berbeglia, seduto sui sedili posteriori, ha perso la vita. L'ipotesi di reato formulata nel fascicolo aperto dalla Procura è quella di omicidio stradale e, come atto dovuto, il conducente del mezzo sarà iscritto sul registro degli indagati. Si tratta di uno degli amici della vittima, una ragazzo aretino classe 2003. Le indagini sull'accaduto sono condotte dai carabinieri di Arezzo che hanno effettuati i rilievi di legge e posto sotto sequestro l'automobile.

Ispezione esterna, niente autopsia

Domani, lunedì 13 maggio, sarà eseguita una ricognizione esterna sul corpo della vittima, al momento a disposizione della magistratura all'ospedale San Donato di Arezzo. Salvo necessità di ulteriori approfondimenti, l'autopsia non sarà eseguita, pertanto, a seguito dell'ispezione, la Procura dovrebbe dare il nulla osta alla riconsegna della salma ai familiari per il funerale.

Chi era Paolo Berbeglia

Vent'anni, militare dell'esercito, benvoluto da tutti. Paolo Berbeglia era residente ad Arezzo, terzo di tre fratelli, classe 2003. Aveva studiato all'istituto tecnico aeronautico, assecondando la sua passione per gli aeromobili. Da qualche mese aveva preso servizio nel reparto del Genio Ferrovieri di stanza a Castelmaggiore, vicino Bologna: si era arruolato come volontario a ferma prolungata per un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 20 anni a Ruscello, inchiesta per omicidio stradale. Fuori pericolo l'amico della vittima

ArezzoNotizie è in caricamento