Travolto da un'auto e morto al Pronto soccorso: dramma nella strada troppo buia. Oggi i funerali

Domenica sera Alfredo Sandroni è stato investito da una Mercedes Classe E. Per l'86enne non c'è stato nulla da fare. Aperta inchiesta per omicidio stradale

Alfredo Sandroni stava attraversando la strada quando è stato investito. Una Mercedes classe E, guidata da un 70enne, lo ha colpito su un fianco. Un impatto violento che non ha dato scampo all'86enne morto poco dopo presso il pronto soccorso di Arezzo. 

La tragedia è avvenuto domenica sera, poco dopo le 19, in via Buonconte da Montefeltro. Sandroni viveva poco lontano da lì, in via degli Ubertini. A tradirlo forse è stata la ridotta visibilità di quella strada che spesso percorreva. Un tratto dritto e poco illuminato: quasi completamente buio, se non fosse per le luci delle abitazioni. E' quanto emerge dagli accertamenti condotti dai Carabinieri di Arezzo che sono accorsi sul posto per i rilievi. 

Da tempo infatti i residenti lamentano queste condizioni di scarsa visibilità: "è una strada pericolosa", raccontano. Troppo pericolosa. E domenica sera è avvenuto l'irreparabile. E sempre sulla stessa strada Sandroni aveva perso un fratello, vittima anche lui di un incidente stradale.

L'uomo alla guida della vettura è stato sottoposto ad alcotest e a tutti gli accertamenti di rito: è  risultato in condizioni psicofisiche adeguate alla guida e con tutti i documenti in regola. In seguito allo schianto mortale la procura di Arezzo ha aperto un fascicolo e sta procedendo nei confronti del guidatore per omicidio stradale. 

I funerali si svolgeranno oggi nella chiesa di Ca' de Cio, alle 14,30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • Trovato morto sotto la doccia

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fa il pieno ma non riesce a pagare con la carta. Dice al benzinaio: "Stai sereno", poi scappa

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Da Arezzo al Grande Fratello: Jacopo Poponcini nella casa più spiata d’Italia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento