rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
La testimonianza

"Ho visto il tir sbandare sul ghiaccio e ho schivato un'auto: esposti a un grande rischio. Era stato sparso il sale?"

All'origine del maxi tamponamento di questa mattina ci sarebbero le condizioni della strada: i testimoni raccontano di una lastra di ghiaccio che si sarebbe formata subito dopo la galleria, in una curva

"La strada era una lastra di ghiaccio. Di fronte a me c'erano un'altra auto e un camion in evidente difficoltà. Lo abbiamo visto sbandare, andare a destra e a sinistra. Io, il conducente dell'auto che mi precedeva e quello dell'auto che mi seguiva, abbiamo rallentato. Poi il bilico si è intraversato. Ed è iniziato l'incubo". Sono stati attimi di grande paura, difficili da dimenticare, per un giovane aretino che questa mattina si è trovato coinvolto nell'incidente sulla Sr73. Era in auto con la fidanzata, percorrevano la superstrada in direzione Valtiberina quando hanno visto il camion sbandare, e si sono resi conti che le auto che sopraggiungevano non riuscivano a fermarsi. "Siamo ancora spaventati: è stato uno spettacolo terribile, che non auguriamo a nessuno di vedere". 

L'incidente è avvenuto questa mattina lungo statale. A causarlo sarebbe stato il ghiaccio presente sulla carreggiata, creatosi in seguito alle bassissime temperature della zona e alla pioggerella che si era verificata. "Le condizioni di quella strada le conosciamo tutti - racconta adesso il giovane - ma stamani siamo stati esposti ad un rischio davvero grosso. Era prevedibile che la strada potesse trasformarsi in una lastra di ghiaccio? E' stato sparso abbastanza sale per evitarlo?". 

Erano le 8,30 circa quando, all'uscita della galleria di Palazzo del Pero, subito dopo la curva, il bilico ha perso il controllo. Le tre vetture che lo seguivano hanno assistito alla scena, hanno rallentato e sono riuscite ad accorstare: "senza toccare i freni, altrimenti avremmo sbattuto". Ma da dietro alla curva, stavano arrivando altre auto e così si è innescato il tamponamento a catena. 

Maxi tamponamento nella Sr73

"Io, insieme ad altre persone - racconta il giovane - siamo scesi dalle nostre vetture e, non sapendo se la strada fosse chiusa, abbiamo tentato di segnalare l'incidente a chi stava sopraggiungendo. Ma era troppo pericoloso. All'improvviso un'auto è sbucata dalla curva, il guidatore ha visto cosa stava accadendo e ha tentato di frenare: ha sbandato, io l'ho schivato gettandomi fuori dalla carreggiata. L'auto alla fine ha sbattuto su un'altra vettura da dove stava scendendo un anziano. Quest'ultimo è stato sbalzato di alcuni metri. Abbiamo avuto tutti molta paura per lui, abbiamo temuto il peggio. Fortunatamente però non ha riportato gravi conseguenze". 

Poi sono arrivate le altre auto: tutti i conducenti hanno cercato di frenare o di accostare. Ma le collisioni sono state inevitabili. 

"In attesa dei soccorsi alcuni di noi hanno deciso di scendere dalle auto e di posizionarsi fuori dalla carreggiata, oltre il guard rail per essere al sicuro. Pioveva e il termometro della mia auto segnava -2, era freddissimo. Poi sono arrivati i vigili del fuoco e il 118: non era facile intervenire in quelle condizioni atmosferiche. Hanno dimostrato una grande competenza e grandi capacità".

I vigili del fuoco hanno estratto dalla cabina il guidatore del camion, rimasto incastrato. Contemporaneamente, insieme ai sanitari, si sono presi cura delle altre persone coinvolte. Erano 14 gli occupanti delle 7 auto incidentate: tra loro anche 2 bambini e un neonato. Tutti erano rimasti per decine di minuti esposti al freddo e alla pioggia: rischiavano l'iportermia. Tre persone, di  52, 77  e 60 anni, hanno avuto necessità di essere ospedalizzate. Sono state trasportate in Pronto Soccorso di Arezzo in codice verde. Gli altri, con due pulmini, sono stati accompagnati alla Croce Rossa, dove sono stati accolti in un ambiente riscaldato e confortati. 

Per loro resta la consapevolezza di aver schivato una tragedia, ma anche la rabbia per essere finiti in una situazione che - raccontano - "si sarebbe potuta evitare. Bastava spargere sale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho visto il tir sbandare sul ghiaccio e ho schivato un'auto: esposti a un grande rischio. Era stato sparso il sale?"

ArezzoNotizie è in caricamento