Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

Sono in tutto due le vittime di altrettanti incidenti stradali che si sono verificati ieri, venerdì 31 luglio, lungo le strade dell'Aretino. Si tratta del 33enne Enrico Occhini e del 24enne Stefano Zanelli

Da sinistra: Enrico Occhini e Stefano Zanelli

Due incidenti drammatici in 24 ore. Il bilancio è quello di un venerdì pesantissimo dove la cronaca nera ha devastato la provincia di Arezzo. Sono due i giovani che hanno perso la vita in due distinti incidenti stradali che si sono verificati nell'Aretino. 

Nel pomeriggio lungo l'A1, tra Monte San Savino e Arezzo, un 24enne è deceduto dopo essersi schiantato contro un altro veicolo. Stefano Zanelli, originario del ferrierese in provincia di Piacenza era cresciuto ad Agrate Brianza (Monza) insieme alla famiglia, è morto in seguito agli importanti traumi riportati nell'impatto con un altro mezzo che transitava nella sua stessa corsia. Lavorava per un'azienda di Bobbio che lo vedeva impegnato in trasferte fino al centro Italia, proprio durante una di questa ha perso la vita lasciando un forte sgomento. Era anche impegnato nel mondo del volontariato nella Croce Azzurra di Ferriere. Stefano lascia i genitori Sandro e Maristella, il fratello Andrea con la cognata Ilenia e gli adorati nipoti Ginevra e Federico e la fidanzata Martina.

Nel tardo pomeriggio invece, alle 19.45, alle porte della città si è verificato un altro sinistro. Una moto si è scontrata contro un'automobile. Tre le persone coinvolte, due 33enni e un 35enne residenti nel comune. A perdere la vita è stato Enrico Occhini, 33 anni. Al momento dello schianto stava viaggiando in sella alla propria moto poi l'impatto improviso che lo ha sbalzato a terra. Un urto tremendo che non ha lasciato scampo al giovane, deceduto praticamente sul posto. La dinamica dei fatti è al vaglio degli inquirenti. Sul posto, oltre al personale 118 e ai vigili del fuoco, sono intervenuti anche gli agenti della municipale che hanno provveduto ad eseguire i rilievi e, con il supporto della polizia di Stato, a regolamentare il traffico rimasto congestionato per ore. Occhini lascia una bimba piccola, era il fratello di un'operatrice del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuove regole allo studio per Natale e Capodanno: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Nuovi assetti bancari in provincia:18 filiali Ubi passano a Bper. Tra queste anche la sede storica di Banca Etruria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento