Auto impantanata, trascorrono la notte nell'abitacolo

Rimasti bloccati i due passeggeri hanno trascorso la notte a bordo dell'automobile

La velocità, forse l'asfalto reso viscido dal maltempo o magari un ostacolo imprevisto sulla carreggiata. Sono queste le cause che hanno portato una utilitaria nella notte tra venerdì e sabato della scorsa settimana a terminare la propria corsa in un campo adiacente la Sp 22 Vecchia Senese. L'incidente si è verificato su quel tratto di strada che collega il centro abitato di Albergo (frazione di Civitella in Valdichiana) e Monte San Savino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al mattino alcuni passanti e i residenti che vivono in quella zona, in aperta campagna, hanno notato il mezzo. Uno di loro si è avvicinato al mezzo rendendosi conto che si era impantanato e al suo interno, non senza sorpresa, vi ha trovato i due passeggeri. Impossibilitati a lasciare il campo a bordo dell'auto, i due giovani, anzichè chiedere aiuto via cellullare o ad una delle abitazioni nei pressi di quel tratto di strada, hanno aspettato il mattino adagiandosi sui sedili e dormendo in auto fino all'arrivo dei soccorsi, soprattutto di un passaggio per tornare alla propria abitazione. Per fortuna non hanno riportato alcuna conseguenza o ferita. L'auto è stata poi rimossa nella giornata di sabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma della strada: perde la vita in un terribile schianto alle porte di Arezzo

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Muore a 24 anni nello schianto tra Monte San Savino e Arezzo

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento