Cronaca

"Continuerete ad amarci da lassù", il ricordo del figlio di Gabriella e Carlo. "Facevano un lavoro immenso"

Con parole toccanti uno dei figli dei due aretini morti nell'incidente aereo di Addis Abeba li ricorda sul suo profilo Facebook. Una perdita immensa: per la loro grande e unita famiglia, ma anche per l'intera comunità aretina.

Se ne sono andati insieme, mentre stavano facendo ciò che più li rendeva felici: volare in Africa per aiutare chi ne aveva davvero bisogno. Carlo Spini e la moglie Gabriella Vigiani se ne sono andati lasciando un vuoto enorme. Tante, tantissime parole sono state scritte e dette in loro ricordo. Fortissimo il cordoglio. 

Ma la testimonianza più vera, più toccante, è quella che questa mattina è stata scritta su Facebook e ricondivisa da amici e conoscenti, da uno dei figli, Marco. Parole che sgorgano dal cuore e che raccontano l'amore tra i genitori, il rispetto, la loro "vocazione" agli altri. Ma anche il dolore per questa immane, terribile perdita. 

Il dispiacere è immenso, aver perso i genitori in un solo momento ha dell'incredibile, cogliendo me e miei fratelli impreparati. Erano persone stupende che saranno sicuramente ricordate da molti e a moltissimi altri di più mancheranno sia come essere umani ma soprattutto come speranza di vita per loro stessi e le loro famiglie. Prego per tutti questi piccoli di Dio che oggi hanno perso il Dottor Carlo e Mamma Gabriella. Ho sentito una suora Kenyota stasera, erano disperati. Facevano un lavoro immenso che non tutti conoscevano, poco anche io devo dire: lo facevano in silenzio senza farsi pubblicità. Spero che i loro sacrifici non si disperdano così veloci come sono volate via le loro vite. So che il babbo avrebbe tenuto tantissimo a dare risalto al grandissimo lavoro della mamma: noi di casa che vivevamo con loro questa esperienza di vita sappiamo bene che niente sarebbe potuto succedere se non ci fosse stata lei dietro. Era una donna di una forza straordinaria, di un coraggio cristallino, altruista fino a donare il proprio marito che ha amato fino alla morte e che dal quale ne ha ricevuto altrettanto insieme a rispetto e adorazione. Probabilmente erano seduti vicino in quella bara di metallo, e saranno morti tenendosi per mano, avendo l'ultimo pensiero per noi figli e i loro nipoti. Nessuno può conoscere i piani di Dio e certamente non ha bisogno dei miei consigli, ma se oggi non siete insieme in paradiso non so chi altro potrebbe esserci. Continuerete ad amarci e supportarci da lassù come avete sempre fatto e noi non vi dimenticheremo mai. Vi amo tanto.

Cosa è successo al Boeing 737?

Tra le tante parole di cordoglio, oggi arrivano anche quelle dalla Asl Toscana Sud Est. 

"La Asl Toscana sud est esprime profondo cordoglio per la tragica morte del medico Carlo Spini e di sua moglie Gabriella Vigiani, infermiera, entrambi in pensione, vittime dell’incidente aereo accaduto ieri ad Addis Abeba.

Due professionisti della sanità impegnati nella cooperazione internazionale e nel sostegno alle popolazioni in difficoltà, dopo un vita passata tra le corsie dell’ospedale e i pazienti in Valtiberina.

L’Azienda rivolge le più sentite condoglianze ai familiari e agli amici per la perdita di due persone meravigliose, un esempio per tutti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Continuerete ad amarci da lassù", il ricordo del figlio di Gabriella e Carlo. "Facevano un lavoro immenso"

ArezzoNotizie è in caricamento