Incendio Illuminati: 2000 mq in fumo e due mesi per ricostruire. Asl e Arpat: "Nessun pericolo per la salute"

Il danno c'è stato ed è stato pesante ma, al momento, secondo Asl ed Arpat non si ravvisa alcuna criticità per la salute. Sono quasi 2000 i metri quadrati di capannoni andati in fumo nel rogo che ha riguardato l'azienda Illuminati di Pieve al...

incendio-illuminati4

Il danno c'è stato ed è stato pesante ma, al momento, secondo Asl ed Arpat non si ravvisa alcuna criticità per la salute.

Sono quasi 2000 i metri quadrati di capannoni andati in fumo nel rogo che ha riguardato l'azienda Illuminati di Pieve al Toppo nella notte tra martedì e mercoledì. Soltanto ieri all'ora di pranzo i tecnici sanitari e dell'Arpat hanno effettuato un primo sopralluogo sul posto per verificare se, durante l'incendio, oltre ai danni strutturali si fossero verificate delle criticità anche ambientali o potenzialmente dannose per la salute umana.

"Niente di tutto questo - spiega il primo cittadino di Civitella in Valdichiana Ginetta Menchetti, garante della salute pubblica per il comune - non c'è bisogno (almeno per il momento) di disporre alcuna ordinanza. Fortunatamente non sono state ravvisate particolari condizioni di pericolo per la salute dei residenti. Certo, resta il duro colpo all'azienda che è uno dei punti di riferimento dell'economia agricola aretina".

Ma su questo aspetto sono gli stessi proprietari a dirsi pronti a tornare al più presto alla normalità in vista dell'avvio della stagione di raccolta.

"Il proposito - spiega ancora il sindaco Menchetti - è quello di ricostruire tutto entro due mesi per essere operativi al 100 per 100 nei mesi estivi. I titolari stessi si sono detti determinati ad organizzare al meglio tutto per non causare disagi ai propri dipendenti, ai clienti e alla loro attività in toto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due mesi dunque per ripartire e lasciarsi alle spalle questo spaventoso incidente.

Al momento l'area interessata dall'incendio è inagibile in attesa delle operazione di bonifica. Quella limitrofa al rogo, raggiunta dal denso fumo che la scorsa notte ha avvolte l'edificio, è invece temporaneamente inaccessibile. Qui dovranno essere eseguite delle accurate operazioni di pulizia ed igiene in modo da ripristinare i locali alla loro funzione. Durante tutta la giornata di ieri i vigili del fuoco di Arezzo sono stati impegnati nelle operazioni di spegnimento e messa in sicurezza di una porzione del tetto dell'azienda di Pieve al Toppo. La presenza di materiale altamente incendiabile ha infatti reso il lavoro dei pompieri particolarmente lungo e intenso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento