rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Bucine

VIDEO | Non c'è pace per le campagne aretine: altro vasto incendio. Case minacciate dalle fiamme

Undici squadre e due elicotteri per domare le fiamme in località Capannole, nel comune di Bucine. A fuoco sterpaglie e boschi

Non c'è pace per il territorio aretino. Un altro vasto incendio sta interessando la provincia. E' localizzato nella Valdambra, nel comune di Bucine, in località Capannole. Il rogo è scoppiato oggi pomeriggio, martedì 5 luglio. Le fiamme hanno interessato sia sterpaglie che boschi e si sono propagate per un perimetro di oltre 10 ettari di terreno inghiottendo vegetazione e sterpaglie. Bruciata anche una costruzione, un capanno agricolo. Per fortuna non ci sono state conseguenze per le persone, nonostante le fiamme si siano pericolosamente avvicinate ad alcune abitazioni.

Incendio nelle campagne di Bucine: le operazioni di bonifica e spegnimento

Il comando aretino dei vigili del fuoco è intervenuto sul posto con uomini e mezzi. Attivata la macchina anticendi regionale, con operai forestali e a supporto anche i volontari. In tutto sono intervenute 11 squadre e due elicotteri per domare le fiamme: in particolare, due elicotteri dell'anticendio boschivo della Regione Toscana, due squadre di vigili del fuoco, squadre de La Racchetta di Arezzo, Bucine, Pergine e Laterina, Vsa Monte San Savino, Vab Castiglion Fiorentino, Croce Bianca Monte San Savino, Anpas Pian di Scò.

Scenario complesso

Lo scenario è molto compesso, con un fronte di fiamma di circa 300 metri in rapido sviluppo. Gli elicotteri regionali operano con ripetuti sganci a protezione di alcune abitazioni che potrebbero essere raggiunte. Il forte fumo e una linea elettrica rendono più complicate le operazioni di spegnimento. "Su questo incendio boschivo è stata attivata la procedura del coordinamento assistito, che prevede l'uso di figure specializzate e impiego di più direttori operazioni per la gestione dell'evento", spiegano dalla Regione Toscana. A fuoco anche un annesso agricolo.

Una lunga scia di fuoco

Si allunga così la scia di incendi che ha interessato l'Aretino negli ultimi giorni. Appena ieri c'era stato l'incendio nelle campagne di Venere, a seguito di una mietibatti andata a fuoco. D'altronde il grande caldo di questi giorni e la siccità hanno determinato un forte aumento del rischio di incendi. Nella notte tra sabato e domenica c'era stato inoltre lo spaventoso incendio di Terontola, venerdì scorso quello di Cesa. E in precedenza ce n'erano stati altri, tra cui quello di Bivignano, per il quale l'attività di spegnimento e bonifica si è protratta per giorni, e quello dello Scopetone.

La Regione: "Imprudenza e disattenzione"

Le condizioni meteorologiche sono molto favorevoli per lo sviluppo di incendi boschivi, nella giornata di ieri le sale operative provinciali toscane e quella regionale hanno gestito ben 23 eventi. "Molti incendi - conclude la Regione Toscana - sono stati causati da imprudenza e disattenzione nelle operazioni agricole, ma anche da semplici gesti quotidiani compiuti senza rendersi conto dell’alto rischio di incendi legato a condizioni particolarmente critiche come quelle di questi giorni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VIDEO | Non c'è pace per le campagne aretine: altro vasto incendio. Case minacciate dalle fiamme

ArezzoNotizie è in caricamento