Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Ilaria e la battaglia contro il bullo da tastiera: il giudice concede altri sei mesi di indagine

Nuovi documenti presentati dal legale di Ilaria e le parole della giovane di fronte al giudice hanno colpito nel segno

Di fronte al giudice parlò a cuore aperto e disse chiaramente che non combatteva solo per sé ma per tutti quei ragazzi che un giorno si sarebbero potuti trovare nella sua situazione. Oggi Ilaria Bidini ha ottenuto un primo risultato: le indagini non si fermeranno, il procedimento non sarà archiviato. Il giudice per le indagini preliminari Angela Avila si è pronunciata nei giorni scorsi disponendo una proroga delle indagini. L'obiettivo è quello di riuscire ad individuare l'hater che fine scorsa settimana, il giudice ha accolto la nostra opposizione e ha dato un ulteriore termini sei mesi. 

"Non fermate il processo: se a ricevere gli insulti fosse stato qualcuno più debole di me?"

"La Procura - spiega Nicola Detti, legale di Ilaria - dovrà fare ulteriori approfondimenti. In aula ho prodotto nuova documentazione, successiva alla querela: sarà anche quella uno spunto devono fare approfondimenti, verificare e fare indagini sulla documetnazione che ho prodotto dopo la querela". 

Approfondimenti tecnici per i quali sarà incaricata la Polizia Postale potranno essere portati a termine entro la fine di agosto. La speranza di Ilaria, divenuta una paladina della lotta al cyberbullismo, è che gli inquirenti riescano finalmente a far luce sull'identità dell'"odiatore" che per mesi ha preso di mira la 32enne aretina con osteogenesi inviandole messaggi e commenti dai contenuti pesantissimi. 

Durante l'ultima udienza, il 13 dicembre scorso, la pm Angela Masiello aveva chiesto l'archiviazione del caso: perché gli inquirenti avevano fatto il possibile per cercare di individuare il bullo da tastiera senza riuscirci, dato che questa persona si era spesso collegata da internet point. Ma la nuova documentazione e le parole che Ilaria ha pronunciato di fronte al giudice sono riusciti in un'impresa tutt'altro che facile. Il prolungamento delle indagini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilaria e la battaglia contro il bullo da tastiera: il giudice concede altri sei mesi di indagine

ArezzoNotizie è in caricamento