Cronaca

Il piede di porco per spaccare tutto. Scientifica al lavoro alla scuola media Vasari

Hanno usato un piede di porco per aprirsi il varco e per continuare a distruggere. Così hanno agito i vandali all'interno della scuola media Vasari di via Emilia. La brutta sorpresa c'è stata questa mattina, alla riapertura dopo il weekend. Il...

vasari6

Hanno usato un piede di porco per aprirsi il varco e per continuare a distruggere. Così hanno agito i vandali all'interno della scuola media Vasari di via Emilia. La brutta sorpresa c'è stata questa mattina, alla riapertura dopo il weekend.

Il piede di porco, rinvenuto all'interno della scuola, è stato utilizzato per sfondare la porta di ingresso della palestra, da dove i vandali sono entrati, poi si sono fatti strada e hanno spaccato, divelto e rovesciato per terra quello che si sono trovati di fronte, anche nelle stanze accanto dove sono custodite le attrezzature sportive. Immediata è partita la denuncia verso ignoti. Sul posto sono arrivati agenti della polizia scientifica, il vicesindaco Gamurrini e il sindaco Ghinelli che hanno voluto sincerarsi delle condizioni della scuola.

"Nonostante gli sforzi dell'amministrazione per migliorare la condizione strutturale e il decoro degli edifici scolatici, ecco che arriva qualche vandalo a vanificare quanto fatto". È un sindaco Alessandro Ghinelli particolarmente arrabbiato quello che ha verificato di persona i danni sofferti dalla palestra della scuola Vasari a seguito di un'azione notturna. "Stavolta non c'è stata una semplice effrazione ma dobbiamo purtroppo registrare danneggiamenti a giochi e armadietti - prosegue il sindaco - ed è disarmante constatarlo. Se questi vandali credono di compiere un gesto contro l'amministrazione si sbagliano, l'atto è contro i ragazzi che frequentano la scuola e l'intera comunità. Risponderemo intensificando i controlli e dando ogni supporto possibile a chi conduce le indagini". Anche il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini ha rilevato come "la politica di intervento sui plessi scolastici attuata dall'amministrazione comunale, tesa a restituire dignità a questi edifici rischia di essere compromessa. La scuola Vasari subisce nell'arco di un periodo temporale piuttosto breve il terzo atto vandalico. Stavolta abbinato a una vera e propria devastazione di ambienti che è la firma più evidente dell'inciviltà di chi li ha compiuti".

La conta dei danni è iniziata, così come la raccolta di impronte e altre possibili tracce. Di certo ci sono porte e serrature sfondate, maniglie divelte ed è stato manomesso anche il defibrillatore.

La palestra, utilizzata anche dagli sbandieratori per gli allenamenti, tornerà presto nella disponibilità della scuola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piede di porco per spaccare tutto. Scientifica al lavoro alla scuola media Vasari

ArezzoNotizie è in caricamento