menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
fuochi_san_donato10

fuochi_san_donato10

I fuochi di San Donato: aretini con gli occhi al cielo. Ma lo spettacolo rischia il flop

Una falsa partenza, con fuochi troppo bassi, nascosti dai pini. Tanta ilarità questa sera tra gli aretini presenti al prato per assistere ai tradizionali fuochi di San Donato. I primi minuti sono stati un flop, ma è bastato poco per risollevare la...

Una falsa partenza, con fuochi troppo bassi, nascosti dai pini. Tanta ilarità questa sera tra gli aretini presenti al prato per assistere ai tradizionali fuochi di San Donato. I primi minuti sono stati un flop, ma è bastato poco per risollevare la situazione e strappare anche un applauso finale.

Gli oltre dieci minuti di intrattenimento pirotecnico, iniziati con estrema puntualità alle 22,45, sono volati. I primi "botti" però hanno lasciato perplessi i tantissimi aretini che erano presenti al prato. Molti hanno prima assistito alla cerimonia in cattedrale, poi hanno ascoltato i Musici del Comune di Arezzo suonare, tra gli altri brani, l'Inno della Giostra del Saracino e l'Aida, quindi si sono riversati sul manto erboso del prato. Coperte e giornali come cuscini dove sedersi e naso all'insù. Ma all'inizio si intravedevano solo timidi bagliori dietro ai pini. Il vento, l'umidità o un semplice errore di calcolo? La causa di questo imprevisto che ha rischiato di rovinare lo spettacolo non si conosce.

Chi era lassù però, ha sdrammatizzato: certo, le battute ironiche non sono mancate. Poi però quando è stato alzato il tiro - in questo caso in senso letterale - non è rimasto che lo stupore di fronte a uno spettacolo che continua ad affascinare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento