Guerrina, l'arringa finale dei legali di Gratien e le tre richieste di assoluzione perché il fatto non sussiste

"Chiediamo che la Corte di Assise di Arezzo assolva  padre Graziano perché il fatto non sussiste mancando la prova che Guerrina Piscaglia sia morta" è questa la prima richiesta inoltrata dai difensori del religioso congolese accusato della morte...

udienza padre graziano25

"Chiediamo che la Corte di Assise di Arezzo assolva padre Graziano perché il fatto non sussiste mancando la prova che Guerrina Piscaglia sia morta" è questa la prima richiesta inoltrata dai difensori del religioso congolese accusato della morte della 50enne di Ca' Raffaello. Ma la difesa non si ferma qui. Assoluzione richiesta anche nel caso in cui la corte ritenesse che la donna sia morta, perché non ci sono le prove di un delitto e perché ci si potrebbe trovare di fronte a un suicido. E assoluzione anche in caso la corte ritenga ci sia un delitto, perché a commetterlo non sarebbe stato padre Graziano.

Otto lunghissime ore di arringa per la difesa del religioso. Riziero Angeletti e Francesco Zacheo hanno puntato tutto sull'esistenza del ragionevole dubbio - a partire dalle testimonianze che collocherebbero Guerrina viva e vegeta lungo la Marecchiese nei minuti in cui secondo l'accusa si sarebbe consumato l'omicidio - e sulla lesione dei diritti di difesa - perpetrati, secondo Angeletti con indagini poco approfondite.

Padre Graziano, al secolo Gratien Alabi, si è mostrato sorridente e disteso alla fine dell'udienza. "Sono stati bravi - ha detto commentando l'operato dei suoi legali - non hanno insultato nessuno e hanno fatto quello che dovevano fare. Io credo nella giustizia, speriamo che tutto vada come deva andare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il processo giunge così al termine. Lunedì 24 ottobre - giorno del compleanno di Guerrina - ci saranno le repliche di pubblica accusa e parti civile. Un'ora per le osservazioni e le puntualizzazioni. Quindi si riunirà la camera di consiglio. Molto probabilmente saranno necessarie ore per giungere ad un verdetto. La lettura della sentenza è attesa entro la serata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento