rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Pescaiola / Via Pietro Nenni

Vaiolo delle scimmie: il paziente aretino torna a casa

Dopo 11 giorni di ricovero da oggi sarà assistito a domicilio. Malattie infettive: "I nostri specialisti saranno sempre in contatto con lui per verificare lo stato di salute”

Resterà ancora per qualche giorno in isolamento ma, da oggi, potrà rientrare a casa propria. È il paziente affetto da vaiolo delle scimmie a terminare la propria degenza all’ospedale San Donato di Arezzo. Come reso noto dalla Asl Toscana sud est attraverso una nota stampa, l’uomo è “in buone condizioni e per sette giorni rimarrà in isolamento domiciliare”.

Quello aretino, come noto, è stato il primo caso riscontrato in tutta la Toscana. L’uomo, un 32enne residente nel comune, è risultato positivo il 20 maggio scorso al rientro dalle isole Canarie dove aveva trascorso un po’ di tempo in vacanza.

“Il paziente - specificano dalla direzione del reparto di malattie infettive del San Donato - dopo un ricovero durato 11 giorni, è rientrato a casa. È stato dimesso in buone condizioni, durante la degenza non ha avuto complicanze. A scopo precauzionale è stato raccomandato di non avere contatti con altre persone per un’altra settimana al termine della quale verrà sottoposto ad accertamenti e visite cliniche. L'isolamento domiciliare è una procedura prevista nei protocolli di molte malattie infettive, allorquando il paziente non presenta complicanze che necessitano di ospedalizzazione. È prevista, ad esempio, per malattie esantematiche e per la tubercolosi (una volta iniziato il trattamento). I nostri specialisti saranno sempre in contatto con lui per verificare lo stato di salute e la progressiva caduta delle croste, segnale del termine della contagiosità”.

Vaiolo delle scimmie ad Arezzo: "Rischio pandemico basso"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaiolo delle scimmie: il paziente aretino torna a casa

ArezzoNotizie è in caricamento