Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

"Green pass nei luoghi pubblici? Dove non arriverà il Governo ci penserà la Regione". L'annuncio di Giani

Il presidente della Regione annuncia la possibilità di una ordinanza che estenda l'uso del certificato verde ai luoghi pubblici. Una misura che si paventa più restrittiva rispetto a quella del Governo

L'annuncio, secco e perentorio, è arrivato sui social. E ha subito scatenato polemiche. "Green pass, dove non arriverà il Governo con l'estensione nei luoghi pubblici, lo farà la Regione Toscana con un'ordinanza". E' questo il messaggio pubblicato su Telegram, Facebook e Twitter dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Che il governatore volesse mantenere un'impostazione rigida era oramai chiaro: già lo scorso 1 settembre aveva infatti annunciato che i non vaccinati a ottobre sarebbero "rimasti a casa". L'argomento era stato sviscerato anche in una trasmissione dell'emittente La 7, "L'aria che tira", dove Giani era intervenuto specificando:  "A me interessava enunciare il principio del 'vaccinatevi tutti ora', perché quando arriveremo al 30 settembre prenderemo provvedimenti più restrittivi di quello che avviene anche a livello nazionale. Libera scelta sul vaccinarsi: ma chi non si vaccina stia a casa, non venga a contagiare una comunità che in modo responsabile si è vaccinata".

giani green pass-2

E con il post condiviso nelle ultime ore chiarisce un altro aspetto: quello normativo. La Regione infatti sarebbe pronta ad emettere una ordinanza che potrebbe essere ancora più restrittiva da quanto previsto dal Governo e che interesserebbe tutti i locali pubblici. Il post ha scatenato un dibattito incandescente sui social: tanto che su Facebook questa mattina si contavano oltre 2400 commenti e altri 400 commenti sono apparsi su Telegram. Ci sono i favorevoli e i contrari. E se l'ordinanza sarà davvero emanata per molti, a giudicare dai toni, potrebbe rimanere indigesta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Green pass nei luoghi pubblici? Dove non arriverà il Governo ci penserà la Regione". L'annuncio di Giani

ArezzoNotizie è in caricamento