Cronaca

Gli hacker di Anonymous attaccano il sito della Provincia di Arezzo

Il sito della Provincia di Arezzo è finito nel mirino degli hacker. Dalla notte del 31 ottobre il portale ufficiale dell'amministrazione guidata da Roberto Vasai è stato violato dal collettivo AnonPlus, una rete responsabile di attacchi...

anon-plus

Il sito della Provincia di Arezzo è finito nel mirino degli hacker. Dalla notte del 31 ottobre il portale ufficiale dell'amministrazione guidata da Roberto Vasai è stato violato dal collettivo AnonPlus, una rete responsabile di attacchi informatici in più parti del mondo. AnonPlus prende il nome da un social network sviluppato dal celebre collettivo Anonymous nel 2011, poi abbandonato. Il nome sopravvive in questa rete che, nelle scorse ore, ha hackerato anche il sito della Città Metropolitana di Firenze.

Nel recente passato, tra le vittime di Anon Plus ci sono stati i siti dell'università di Cagliari, della Città Metropolitana di Roma, del quotidiano Libero.

Intanto i tecnici della Provincia sono al lavoro per ripristinare la funzionalità del sito. E' stata sporta denuncia alla polizia postale di Arezzo.

Questo è il testo che campeggia ora sulla homepage del sito istituzionale della Provincia di Arezzo.

1. Noi siamo AnonPlus e questo è il nostro manifesto.

2. Ogni persona che vuole difendere la propria libertà di informazione, la libertà del popolo e l'emancipazione di quest'ultimo dalla schiavitù dei media e di chi ci governa, di chi ci usa come strumento per attuare i suoi sporchi fini, fa già parte di AnonPlus.

Ogni persona che ha volontà di agire è benvenuta.

AnonPlus combatte i sopprusi, le inequità, le corruzioni, le manipolazioni, le religioni e quant'altro messo in atto da governi, politici, religioni e gruppi di potere finanziaro a discapito del popolo.

3. AnonPlus ha uno spazio di condivisione di idee aperto a tutti: webchat.anonplus.org

4. AnonPlus diffonde idee senza censura, crea spazi per divulgare in maniera diretta, mediante defacciamento di massa, notizie che nei media gestiti ad uso e consumo di chi ci controlla non trovano spazio, al fine di ridare dignità alla funzione stessa dei media.

AnonPlus mette offline siti che contribuiscono attivamente al controllo delle masse, i quali, manipolando informazioni e opinioni, creano false realtà.

AnonPlus non agisce per interessi personali o politici, non ha capi, si muove per l'interesse del popolo e per restituire al popolo la sovranità;

AnonPlus e' aperta a ogni proposta del popolo, per il popolo.

5. Il giorno che tali obbiettivi saranno raggiunti AnonPlus cesserà di esistere.

No war - No religions - No politicals - No financial power - for a Better World

WE ARE LEGION

WE DON'T FORGET

WE DON'T FORGIVE

EXPECT US!

ANONPLUS ITALIA

P.S. Nessun dato è stato rubato o cancellato. solo la home page è stata cambiata.Non siamo criminali, noi siamo AnonPlus

Immagine tratta dall'account twitter di AnonPlus @MattiaCialini

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli hacker di Anonymous attaccano il sito della Provincia di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento