Tamarindi: "Squalifica non è un dramma, ma mai fatte minacce". Linea dura contro chi ha lanciato sabbia alla lancia

"La Magistratura ha preso la sua decisione, non resta che accettarla e continuare a lavorare come sempre. Alla fine non sarò in piazza quel giorno, ma sarò sempre presente per le prove e per allenare al meglio i nostri giostratori". Così Dario...

"La Magistratura ha preso la sua decisione, non resta che accettarla e continuare a lavorare come sempre. Alla fine non sarò in piazza quel giorno, ma sarò sempre presente per le prove e per allenare al meglio i nostri giostratori". Così Dario Tamarindi, capitano di Porta del Foro commenta la decisione della Magistratura della Giostra. Una giornata di squalifica per lui - e due per il maestro d'arme giallo cremisi - in seguito alle tensioni in piazza dello scorso giugno.

La "sentenza" è arrivata in seguito alla relazione stilata dal Maestro di Campo. Il regolamento della manifestazione prevede infatti che il Maestro di Campo, Ferdinando Lisandrelli, consegni alla Magistratura il testo con la sua versione dei fatti. A quel punto la Magistratura fa i suoi passi. In questo caso c'è stata prima una "Incolpazione" per Tamarindi, per il maestro d'arme del quartiere e per un figurante, alla quale si è aggiunta quella per un figurante di Sant'Andrea. I presunti responsabili sono stati tutti ascoltati, hanno riportato la loro versione dei fatti. E di ieri la notizia della decisione della Magistratura.

"Sono convinto che i nostri ragazzi non ne risentiranno - prosegue Tamarindi - e sinceramente, per quanto era scritto sulla relazione avevo il timore che la sanzione sarebbe stata ancora più severa. Il giudizio di Lisandrelli è stato molto severo e in tanti anni, durante i quali non sono mai stato ammonito, di situazioni di tensione se ne sono viste tante e peggiori. E sinceramente c'è una parte del resoconto nella quale non mi riconosco. E' vero sono stato 'animoso', ed è vero: sono stato anche 'insistente'. Ma cosa deve fare un Capitano se non perorare le ragioni del quartiere con vigore? Però non è vero che ho minacciato di far invadere la lizza. E' un modo di fare in piazza che non mi appartiene e sinceramente penso che quella frase della relazione non mi rappresenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto a Porta del Foro sono già stati individuati gli autori del deprecabile lancio della terra sulla lancia d'oro: "Un gesto che non ha niente a che vedere con la competizione - dice Tamarindi - per il quale il quartiere adotterà una linea rigida. Ne discuteremo nel prossimo consiglio". L'intenzione è quella di allontanare i responsabili tante giostre quante è stato squalificato il Maestro d'Arma: due. Quei figuranti rischiano di non entrare in piazza vestiti né ad agosto né a settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento