Cronaca

Toscana, green pass in ogni luogo pubblico. Giani: "Vaccinatevi ora, sennò a ottobre resterete a casa"

Il presidente della Regione Toscana orientato a varare un provvedimento anche più restrittivo rispetto alle norme del Governo: "Libera scelta sul vaccinarsi, ma chi non si vaccina stia a casa, non venga a contagiare una comunità che in modo responsabile si è vaccinata"

E' iniziato il mese di settembre, l'ultimo utile per scegliere di vaccinarsi con il sierio anti Covid in Toscana prima di ulteriori serrate che andranno a colpire chi non disporrà di green pass. Lo ha annunciato nei giorni scorsi il presidente della giunta regionale Eugenio Giani attraverso una diretta social, ribadendo il concetto in tv. In sostanza, è il prensiero del presidente, chi non disporrà del certificato verde non avrà accesso, via via, a un maggior numero di luoghi pubblici al chiuso.

"Green pass ovunque per il bene della comunità"

"Lavoreremo in questo mese - aveva detto in una diretta facebook due giorni fa - per favorire con la persuasione la vaccinazione, ma dopo saremo molto rigorosi anche andando oltre le norme nazionali e imponendo il green pass ovunque vi sia un luogo che va presidiato nell'interesse della comunità. Il primo ottobre non ci saranno più scuse, chi non si vaccina si troverà ad essere sempre più interdetto dalla possibilità di stare in luoghi pubblici. Non per cattiveria, ma non ci possiamo permettere che qualcuno diventi un veicolo di trasmissione del virus".

L'appello agli indecisi sul vaccino

Il ragionamento di Giani parte dalla variante Delta, definita pericolosa perché è "riuscita anche a vincere il caldo. Abbiamo avuto un'estate con più contagi rispetto allo scorso anno. Entro il 30 settembre riusciremo ad avere l'80% della popolazione vaccinata. Oggi siamo al 74,2% con un ritmo di diecimila nuove dosi ogni giorno, arriviamo tranquillamente al 30 settembre superando l'80%. La Toscana è quarta come numero di vaccinazione di prima dose. Ritengo di citare questo dato con orgoglio ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutti, ciascuno di voi convinca gli indecisi. La vaccinazione deve essere il più possibile diffusa, se non ti vaccini diventi strumento del virus. Convincete i vicini di casa, convincete chi è incerto".

"Vaccinatevi ora, altrimenti dal 30 settembre starete a casa"

Parlando a "L'aria che tira - Estate" su La7, Giani ha approfondito l'argomento. "A me interessava enunciare il principio del 'vaccinatevi tutti ora', perché quando arriveremo al 30 settembre prenderemo provvedimenti più restrittivi di quello che avviene anche a livello nazionale. Libera scelta sul vaccinarsi: ma chi non si vaccina stia a casa, non venga a contagiare una comunità che in modo responsabile si è vaccinata", ha aggiunto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana, green pass in ogni luogo pubblico. Giani: "Vaccinatevi ora, sennò a ottobre resterete a casa"

ArezzoNotizie è in caricamento