menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gara trasporto pubblico: inchiesta aperta per falso e turbativa d'asta

Nel mirino degli approfondimenti richiesti dalla magistratura c'è Autolinee Toscana, soggetto aggiudicatario della gara per il trasporto su gomma in Toscana

L'ipotesi di reato formulate sono falso e turbativa d'asta mentre, le persone iscritte nel registro degli ingati sono due. E' la procura di Firenze ad aver aperto un'inchiesta riguardante la gara d'appalto del trasporto pubblico locale (tpl) toscano, vinta da Autolinee Toscane" realtà facente capo ai francesi di Ratp. Nella giornata di ieri, 28 maggio, la guardia di finanza, coordinata dal procuratore aggiunto Luca Turco e dal sostituto procuratore Antonino Nastasi, si è presentata nella sede di Scandicci di Autolinee Toscane per acquisire tutta la documentazione necessaria ad effettuare gli approfondimenti previsti. 

Si apre così un nuovo capitolo su una delle vicende giudiziarie più lunghe e complicate della storia recente. Soltanto lo scorso dicembre, dopo cinque anni di battaglie a suon di ricorsi, il Consiglio di Stato aveva dato l'ok ad Autolinee Toscane riconoscendola come legittimo vincitore della gara di appalto. Gli approfondimenti da parte della procura e delle fiamme gialle sarabbero partiti da una denuncia effettuata da Mobit, consorzio che ha perso la gara tpl e che raggruppa al proprio interno compagnie sia private che a partecipazione pubblica (14 consorzi e 26 imprese tra cui Cap, Copit e Busitalia). Sempre nella giornata di ieri sarebbero state perquisite anche le abitazioni private del presidente di Ratp oltre a quelle di altri quattro funzionari. Malgrado nessuno di essi risulti indagato, i finanzieri hanno effettuato i controlli per acquisire tutta la documentazione riguardante l'appalto.

Nelle cinque pagine di decreto di perquisizione presentato ieri dal personale della guardia di finanza, verrebbero ricostruiti i lunghi passaggi che hanno segnato la vicenda dell'aggiudicazione della gara intrecciandoli con nomi e circostanze che avrebbero, in qualche modo, condizionato l'esito in favore di Autolinee Toscane.

Un tegola che arriva ad una manciata di giorni dall'avvio dellla nuova gestione del tpl. Il contratto tra Regione e Ratp, della durata di 11 anni (da giugno 2020 a 31 maggio 2031) per un complessivo stanziamento di 4 miliardi di euro. 

Guardia di Finanza nella sede di Autolinee Toscane

Marchetti e Mugnai (FI): "Rossi riferisca in aula e si congeli tutto"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento