rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Viale Michelangelo

Rubano profumi per ambiente da 1.300 euro. "Il degrado avanza a pochi metri dal centro"

Preso di mira un negozio a due passi da Corso Italia. Il titolare: "E' la seconda volta in pochi mesi. In questa zona spaccio e consumo di droga, controlli assenti. Denunciare? Non servirebbe a niente"

E' successo mercoledì scorso, 27 dicembre, a due passi dal centro, a metà pomeriggio. La mano lesta di qualche furfante ha arraffato due delle quattro bottiglie di profumo per ambienti, da 5 litri l'una, che si trovavano in esposizione ai lati dell'elegante negozio di viale Michelangelo, ad Arezzo. Valore della refurtiva intorno ai 1.300 euro. Il ladro, che probabilmente aveva uno o più complici, si è poi dileguato tra la gente.

E' la seconda volta che l'esercizio commerciale viene preso di mira. A marzo stessa disavventura: tre persone vennero notate mentre passeggiavano con un'ingombrante e pesante bottiglia lungo il marciapiede che conduce alla zona di Campo di Marte. Avevano appena fatto il colpo. Il titolare del negozio venne avvertito da alcuni passanti ma quando si mise alla ricerca dei responsabili, quelli erano già chissà dove.

"L'attività è nata e si è sviluppata in via Madonna del Prato - ci ha raccontato - e lì, in sei anni, non abbiamo avuto nessun contrattempo. Qua invece è tutto diverso: questa zona è teatro giornaliero di spaccio e consumo di droga. Ho visto scene che mai avrei immaginato di vedere, anche in pieno giorno. Purtroppo i controlli delle forze dell'ordine sono scarsi o inesistenti e in questo modo i problemi non si risolveranno mai".

Il negozio non ha telecamere di videosorveglianza e risalire all'identità dei malfattori, anche per questo motivo, sembra un compito improbo. Senza contare lo scoramento e la rassegnazione che prendono il sopravvento: "Non ho sporto denuncia né lo farò. A cosa servirebbe? Se anche venisse individuato l'autore del furto, in poco tempo me lo ritroverei qua davanti. Per quanto riguarda le bottiglie in esposizione, decideremo se riposizionarle con la protezione di una gabbia metallica o fissarle ai supporti con dei lucchetti. Ma il punto non è questo, il punto è che il degrado sta prendendo il sopravvento senza che nessuno muova un dito. E siamo davanti ai bastioni di Santo Spirito, a pochi metri da Corso Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano profumi per ambiente da 1.300 euro. "Il degrado avanza a pochi metri dal centro"

ArezzoNotizie è in caricamento