Cliente infila il braccio sotto il plexiglass, arraffa monetine e scappa: denunciato per furto aggravato alle Poste

E' successo nella sede centrale di via Guido Monaco nei giorni scorsi. L'uomo, un 50enne, è stato immediatamente rintracciato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza

Ha approfittato di un attimo di disattenzione dell'impiegato delle Poste e, sprezzante sia del codice penale che delle regole di distanziamento anti Covid, ha allungato una mano sotto al pannello di plaxiglass per arraffare un po' di soldi contanti. E' successo nei giorni scorsi, all'ufficio centrale di via Guido Monaco: il ladruncolo è stato poco dopo individuato dagli agenti della Polizia postale e denunciato per furto aggravato. Si tratta di un italiano, di 50 anni, disoccupato ma percettore del reddito di cittadinanza.

La ricostruzione dell'accaduto

L'uomo si è presentato allo sportello delle Poste centrali con la scusa di fare un'operazione e, quando l'addetto ha tirato fuori un raccogliotore con il denaro contante, il 50enne, cercando di non farsi notare, ha preso quanto poteva (non molto in realtà, una decina d'euro in tutto) infilando un braccio nella fessura posta sotto la barriera trasparente. Poi è scappato, ma è stato rintracciato poco più tardi dagli agenti, riconosciuto grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento