menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalto notturno dal Mazzi e all'Olmoponte: via felpe, soldi e snack. Preso il complice in fuga

L'episodio era accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì ad Arezzo. Il terzo sospettato del colpo è un 23enne che è stato fermato in Umbria

Nel tardo pomeriggio di ieri è finita la fuga del complice dei due sospettati (uno arrestato, l'altro denunciato) per il furto avvenuto la notte tra mercoledì 7 e giovedì 8 agosto al distributore di benzina dei fratelli Mazzi, in zona Santa Maria delle Grazie ad Arezzo, e nella sede della società calcistica dilettantistica Olmoponte di Arezzo.

Furto dal Mazzi e all'Olmpponte: via soldi e snack

Terzo arrestato in Umbria

Il giovane ha 23 anni, è un cittadino rumeno classe 1996, ed è stato rintracciato nei pressi di Bastia Umbra dai carabinieri della compagnia di Assisi, con la collaborazione della compagnia carabinieri di Arezzo e dei poliziotti della questura aretina, che - come detto - avevano già congiuntamente eseguito un primo arresto e una denuncia legati ai medesimi reati (nei guai un 22enne e un 23enne, anche loro rumeni). Il terzo ragazzo è stato ora sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di furto in concorso.

La ricostruzione del furto

La prima irruzione sarebbe stata compiuta alle 5,30 al distributore di carburante Mazzi: qui si sarebbero accaniti sui locali degli uffici e avrebbero trafugato il fondo cassa. Tutto documentato dalle telecamere di videosorveglianza. 

Poi la tappa nelle strutture dell'Olmoponte. In questo caso i giovani avrebbero fatto irruzione nel bar e nei locali sotto la tribuna, dove si trova l'infermeria, forzato un armadietto, rubato felpe e snack. Cibo che alle luci dell'alba avrebbero deciso di consumare nelle tribune del campo sportivo. E' stato in quel momento che sono arrivate le forze dell'ordine. Il giovane arrestato è trattenuto in attesa di processo per direttissima previsto per domani mattina. Insieme al complice denunciato stato di libertà, è gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento