rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Poppi

Furti nel convento di Camaldoli: messe a soqquadro le celle dei frati

I banditi sarebbero penetrati mentre i religiosi stavano celebrando la preghiera dei Vespri: 20 celle visitate, bottino da 2mila euro

Furto all'interno del convento dei frati benedettini di Camaldoli, nel comune di Poppi. L'episodio risale alla fine dello scorso ottobre, ma emerge a distanza di settimane. Indagano sull'accaduto, con grande riserbo, i carabinieri della compagnia di Bibbiena, guidati dal comandante Giuseppe Barbato.

I dettagli del furto sono stati riferiti oggi dal Corriere di Arezzo: uno o più ladri avrebbero approfittato dell'oscurità per entrare in azione, scegliendo il momento in cui i religiosi si trovavano radunati all'interno della chiesa per celebrare la preghiera serale dei Vespri. I malviventi sarebbero pentrati così all'interno delle celle dei frati, mettendole sottosopra alla ricerca di contanti e preziosi. Modesto il frutto del colpo: circa 2mila euro di valore complessivo, nonostante siano state messe a soqquadro una ventina di celle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nel convento di Camaldoli: messe a soqquadro le celle dei frati

ArezzoNotizie è in caricamento