rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Terranuova Bracciolini

Assalta la cassa di una rivendita di pneumatici: ladro scoperto

Un uomo, molto probabilmente con alcuni complici, aveva messo a segno un colpo da 5mila euro in pieno lockdown, durante il coprifuoco. Dopo mesi di indagini è stato individuato e denunciato

Avevano agito con spregiudicatezza, in pieno lockdown e incuranti del coprifuoco. Così una banda si ladri aveva preso di mira una rivendita di pneumatici del Valdarno e dove aveva messo a segno un colpo. A sei mesi di distanza però i militari dell'Arma, sono riusciti ad identificare uno dei malviventi e a denunciarlo. A finire nei guai è stato un 40enne di origini partenopee, mentre i carabinieri sarebbero sulle tracce dei complici.
L’episodio sul quale è stata fatta luce risale a poco più di 6 mesi fa. Era il febbraio scorso, quando la Stazione Carabinieri di Terranuova Bracciolini fu allertata da un commerciante del luogo, che denunciava che, nel cuore della notte, la cassa contanti della propria rivendita di pneumatici era stata assaltata.
Immediatamente i Carabinieri accorsero nella rivendita "per cercare di cristallizzare quanti più elementi indiziari possibile, nell’intento di ricostruire la dinamica delittuosa".

L’accurato sopralluogo però non diede gli esiti sperati: non emersero infatti impronte digitali analizzabili, e - visto il coprifuoco notturno - non furono individuati testimoni che fossero in grado di fornire elementi identificativi. Quello che emerse fu che, dopo aver forzato una porta laterale, i malviventi si erano introdotti nel capannone della rivendita di pneumatici, ed erano andati a colpo sicuro verso la cassa. Era una notte tra venerdì e sabato e la cassa era piena: il colpo fruttò ben 5mila euro in contanti.

Gli investigatori si sono quindi dedicati allo studio delle immagini registrate telecamere di videosorveglianza comunali che si trovavano lungo i possibili itinerari di arrivo e di fuga della banda. I sospetti si sono concentrati in breve tempo su una targa, che portava al camper in uso ad alcuni soggetti gravitanti attorno ad un campo nomadi fiorentino, tutti gravati da precedenti per reati contro il patrimonio. In quel preciso momento, iniziò l’indagine degli uomini della Stazione Carabinieri di Terranuova Bracciolini, determinati ad identificare gli spregiudicati malviventi che avevano portato a termine il colpo. L’indagine si è protratta per mesi, ed è stata contraddistinta da minuziosi sopralluoghi, da confronti investigativi con reparti dei Carabinieri, anche di altre Regioni, dallo studio di telecamere, lettori targhe e tabulati di traffico telefonico, "tutti dettagli decisivi per il buon esito delle indagini".

I militari sono così risaliti all'identità di uno dei ladri:un pregiudicato di circa 40 anni che è stato  immediatamente denunciato per furto aggravato. Proseguono intanto le indagini per identificarne i complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalta la cassa di una rivendita di pneumatici: ladro scoperto

ArezzoNotizie è in caricamento