menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mago" dei furti sulle auto fermato dalla Polizia: sventato colpo da 20mila euro nel parcheggio di Gold Italy

Il ladro è stato colto in flagrante ieri mattina mentre stava rovistando a bordo di un'auto in sosta in prossimità di Arezzo Fiere

La sua specialità sono i furti in auto: riesce ad aprire le portirere senza lasciare segni di scasso. Un'abilità particolare della quale la Polizia si è accorta riuscendo a intervenire prima che il ladro mettesse a segno l'ennesimo colpo. A finire nei guai è stato un tunisino di 30 anni, D. A. le iniziali, irregolare sul territorio nazionale. 

L'episodio è avvenuto ieri, alle 12 circa, nel parcheggio di Arezzo Fiere. Il 30enne è stato notato dagli agenti della sezione Volanti della Polizia di stato mentre saliva su un'auto di lusso che si trovava in prossimità della fiera Gold Italy.
Quando gli agenti si sono avvicinati hanno visto che l'uomo si era introdotto nel veicolo dal lato del passeggero e stava frugando tra i beni lasciati incustoditi. Alla vista dei poliziotti il giovane si è dato alla fuga, lasciando nell'auto la refurtiva: c'erano 20mila euro in contanti, un iPad e un laptop e altri beni di lusso.

"Con una manovra di accerchiamento, coordinata tra gli operatori in auto e un agente che ha proseguito l’inseguimento a piedi, i poliziotti dell’Upg sono riusciti a fermarlo, traendolo in arresto per il tentato furto", spiegano dalla Questura.

In seguito ad una prima perquisizione le forze dell'ordine hanno scoperto che il fuggitivo aveva con sé anche oggetti ritenuti provento di un altro furto in auto, commesso due ore prima nella zona universitaria. La proprietaria dell'auto, una studentessa della facoltà di Scienze della formazione, stava seguendo un corso accademico ed era ignara che i suoi effetti personali fossero stati trafugati.

Portato in Questura, il 30enne ha fornito false generalità, ma è bastato un controllo per scoprire il suo nome e i suoi precedenti.  L'uomo era già stato arrestato il 17 ottobre scorso sempre dalla Polizia, ed era infatti noto per aver messo a segno diversi furti, in particolare su auto in sosta, "dimostrando - spiega la Questura in una nota - un’abilità di scasso formidabile, in quanto è solito non lasciare segni evidenti di forzatura sulle portiere".

Il pm Laura Taddei , valutandone la pericolosità, ne ha disposta la custodia cautelare in carcere, in attesa dell’udienza di convalida.
Il 30enne era già destinatario di diversi ordini di espulsione e di allontanamento dal territori nazionale e si è dimostrato pericoloso in quanto 

"inottemperante alle misure cautelari e di prevenzione cui è sottoposto, in particolare il divieto di ritorno nel Comune di Arezzo, sia perché fortemente dedito a furti anche in pieno giorno incurante di operare violenza sulle persone per assicurarsi l’impunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento