rotate-mobile
Cronaca Cortona

Saccheggiavano tabaccherie: 4 dietro le sbarre. Bottino da oltre 80mila euro

Il valore complessivo dei beni sottratti ammonta a oltre 82.804 euro

Gratta e Vinci, tabacchi, sigarette elettroniche e, ovviamente, anche contanti. Un bottino, quello racimolato in pochi mesi, che supera le 80mila euro. Sono stati gli agenti della polizia di Stato di Perugia a dare esecuzione a un decreto di fermo emesso nei confronti di 4 cittadini albanesi, rispettivamente di 39, 34 e 24 anni, ritenuti i responsabili di alcuni furti commessi negli scorsi mesi ai danni di attività del Perugino e del Cortonese.

Le indagini, partite lo scorso febbraio, sono state svolte dalla squadra mobile. Lo spunto è arrivato quando due degli indagati sarebbero stati riconosciuti nelle persone immortalate dalle telecamere di videosorveglianza di una tabaccheria di Bastia Umbra. Stando a quanto apparso nei video, una coppia di persone dopo aver forzato la saracinesca di una tabaccheria di Bastia Umbra, si è introdotta all’interno del locale uscendo fuori con gratta e vinci e 7.000 euro in contanti.

"Dagli ulteriori approfondimenti investigativi - spiegano dalla questura di Perugia - è da ritenere che i due, unitamente ad altri due connazionali, erano coinvolti quali esecutori materiali  in altri 9 episodi delittuosi analoghi, commessi ai danni sempre di tabaccherie ed esercizi commerciali ubicati in: Perugia (episodi del 10 marzo, 24 aprile, 19 e 20 maggio); Porto San Giorgio (FM) (episodio del 26 marzo); Gubbio (episodi del 14 e 27 aprile); Cortona (AR) (episodio del 3 maggio, nella forma del tentativo); Fabriano (AN) (episodio del 18 maggio)".

Il valore complessivo dei beni sottratti ammonta a oltre 82.804 euro.

"Sulla base degli elementi acquisiti, identificati compiutamente gli indagati, allo stato tutti senza fissa dimora e gravati da precedenti di polizia, considerato che dalle indagini era emersa la volontà dei 4 di lasciare il territorio italiano e al fine di evitare il pericolo di fuga, si è ritenuto necessario emettere un decreto di fermo, immediatamente eseguito dal personale della Squadra Mobile della Questura di Perugia - proseguono gli inquirenti - I quattro, rintracciati presso una struttura ricettiva di Perugia, sono stati sottoposti anche a perquisizione personale e domiciliare. All’interno della camera, i poliziotti hanno rinvenuto 1.500 € in contanti, telefoni cellulari e altro materiale utilizzato per la commissione dei reati, oggetti poi sottoposti a sequestro".

Al termine delle formalità di rito sono stati tutti condotti presso la Casa Circondariale di Perugia Capanne, mentre il provvedimento è stato convalidato dal gip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccheggiavano tabaccherie: 4 dietro le sbarre. Bottino da oltre 80mila euro

ArezzoNotizie è in caricamento