rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Montevarchi

Serie di furti a Montevarchi. Un pregiudicato scoperto e denunciato dai carabinieri

I militari hanno anche smascherato una donna che si era fatta accreditare 500 euro sul conto corrente durante la compravendita online di uno smartphone mai recapitato all'acquirente

Due persone, un uomo e una donna, sono state denunciate dai carabinieri di San Giovanni Valdarno, rispettivamente per furto e uso indebito di carte di pagamenti l’uno, e per truffa l’altra.

Nel primo caso, si è rivelata fondamentale la celerità con cui sono state avviate le indagini, in seguito ad una vera e propria raffica di furti perpetrata, perlopiù nel mese di novembre, in danno di privati cittadini e di vari pubblici esercizi del centro storico di Montevarchi. Sono stati ricostruiti tre episodi in pochi giorni, tutti con identico modus operandi: il malvivente si era introdotto con un pretesto nei luoghi presi di mira e, approfittando della distrazione dei presenti, aveva arraffato tutto quello che era a portata di mano, per poi darsi alla fuga. I colpi si erano consumati in un’abitazione, in un’agenzia immobiliare, su un autobus pubblico. Addirittura, in quest’ultimo episodio, il ladro si era impossessato del borsello dell'autista, contenente 2 telefoni cellulari del valore di 250 euro, i documenti, la somma contante di 150 euro e una carta di credito, con cui successivamente, presso uno sportello bancomat, aveva eseguito prelievi per ulteriori 100 euro. I carabinieri hanno stretto il cerchio intorno a un pregiudicato già noto per svariati precedenti in tema di reati contro il patrimonio, incastrato dalle dichiarazioni dei testimoni. L’uomo è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo, per furto aggravato continuato ed uso illecito di carta di pagamento.

Nel secondo caso, invece, hanno operato i carabinieri della stazione di Levane su un caso di truffe online. Stavolta è andata male alla presunta truffatrice, cittadina italiana, smascherata e deferita all’autorità giudiziaria. Dopo una serie di accurati accertamenti elettronici e bancari, gli investigatori dell’Arma hanno ricostruito come la donna, nelle scorse settimane, avesse pubblicato un annuncio su una nota piattaforma di vendite online, proponendo la cessione onerosa di uno smartphone di ultimissima generazione, ad un prezzo particolarmente allettante. Dopo aver preso contatti con la vittima di turno, era riuscita a convincerla ad accreditare la somma pattuita – poco meno di 500 euro – sul suo conto corrente, salvo poi scomparire nel nulla, facendo perdere traccia di sé e dello smartphone, che ovviamente non è mai giunto a destinazione. La donna, identificata dai carabinieri, è stata denunciata in stato di libertà alla procura della Repubblica di Arezzo, per truffa aggravata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie di furti a Montevarchi. Un pregiudicato scoperto e denunciato dai carabinieri

ArezzoNotizie è in caricamento