Furti in Valdarno, un arresto. Carabinieri ritrovano refurtiva per 50mila euro: merce pronta per essere spedita in Romania

La sua mano sarebbe dietro ad una serie di furti messi a segno nel Valdarno. Per questo Un 34enne rumeno è finito in manette. A scovarlo e arrestarlo ieri sera sono stati i carabinieri di Arezzo che inseguito ad una prima fase di indagine hanno...

refurtiva5

La sua mano sarebbe dietro ad una serie di furti messi a segno nel Valdarno. Per questo Un 34enne rumeno è finito in manette. A scovarlo e arrestarlo ieri sera sono stati i carabinieri di Arezzo che inseguito ad una prima fase di indagine hanno fatto scattare il fermo. Appena in tempo: domani infatti l'uomo sarebbe partito per la Romania, dove avrebbe portato buona parte della refurtiva. Un bottino da circa 50mila euro.

L'uomo è sospettato di essere il terminale di una serie di furti commessi in alcuni comuni del Valdarno. Colpi studiati nel dettaglio e messi a segno in modo professionale, con almeno un complice. Un piccola banda organizzatissima: ha dapprima preso di mira alcuni comuni del Valdarno, poi ha dato il via agli assalti. Nel mirino armi, oggetti da lavoro, generi alimentari e molte altre cose. Refurtiva stoccata temporaneamente in città e nel giro di 15 giorni fatti arrivare a destinazione, in Romania. Tanto da far pensare agli inquirenti che alcuni oggetti fossero stati rubati su commissione, come gli strumenti da lavoro impiegati nell'edilizia che sono di difficile reperibilità in romania

I carabinieri in seguito ad una perquisizione presso l'abitazione di Arezzo del 34enne hanno trovato ingente refurtiva messa sotto sequestro. Il valore dei beni trafugati si aggira sui 50mila euro e sarebbe proveniente prevalentemente da un furto commesso lo scorso 3 febbraio a Loro Ciuffenna. In quel caso furono rubati armi, munizioni e attrezzi da lavoro. Nel dettaglio, sono stati ritrovati: una Carabina marca “Remington” cal. 7 magnum; un fucile marca “The meriden firearms co.” Calibro 12; tre motoseghe marca “Husquarna”; un flessibile angolare marca “Felisatti”: e poi una valanga di munizioni (209 cartucce cal.12; 34 cartucce cal.7 magnum remington;.10 cartucce cal.8 ).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sottoposti a sequestro anche molti generi alimentari razziati da esercizi commerciali della zona, presumibilmente oggetto di furti compiuti nella provincia di Arezzo lo scorso mese di gennaio, per il quale sono in corso accertamenti sulla provenienza e riconoscimento da parte dei legittimi proprietari.

Il 34enne è stato portato alla casa circondariale di Arezzo. Appena in tempo: domani sarebbe partito per la Romania con buona parte della refurtiva, che durante la perquisizione è stata trovata già impacchettata e pronta per essere trasportata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento