Cronaca

Ladro seriale specializzato in furti "col mattone" fermato dalla Polizia. A suo carico decine di colpi sulle auto

L'ultimo furto è avvenuto il 13 febbraio quando il 45enne aretino ha spaccato i vetri di una vettura in sosta nel centro storico

Foto d'archivio

E' un professionista del furto. La sua arma è una pietra: scagliata sui vetri delle auto in sosta, li mandano in frantumi e permettono al ladro di fare man bassa. Ma le sue scorribande sono finite. Lo scorso 13 febbraio, il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico è riuscito a rintracciare e denunciare M.D., un aretino di 45 anni.

"In pieno centro cittadino spiega la Questura -  il ladro si è avvicinato a una vettura parcheggiata e con un sasso ha infranto il vetro laterale impadronendosi di una borsa lasciata sul sedile, al cui interno c’erano portafogli, documenti, carte bancarie, telefono cellulare, chiavi ed altri effetti personali".

Gli equipaggi delle Volanti hanno iniziato subito una serrata attività di ricerca dell’autore e grazie alla collaborazione della vittima si sono prodigati nel seguire le tracce del segnale Gps inviato dal telefono cellulare rubato, riuscendo a localizzare il ladro, che era ancora in possesso di parte della refurtiva. Il 45enne aveva immediatamente utilizzato i soldi per acquistare degli stupefacenti.

Già noto alla Squadra Volanti aretina, l'uomo è stato già tratto in arresto più volte nel corso del 2019 e vanta numerosi precedenti per rapina, furto aggravato e danneggiamento.

La tecnica che ha utilizzato nell’ultimo periodo per procurarsi contante e piccoli beni da scambiare con la droga - spiegano gli inquirenti - era sempre la stessa:

"Si aggirava tra le auto in sosta alla ricerca di borse lasciate incustodite sui sedili portando con sé un mattone o grosse pietre, da utilizzare per infrangere i vetri del finestrino, per poi asportare velocemente tracolle e pochette. La scorsa settimana la sua attività si è interrotta quando è stato rintracciato dai poliziotti della Questura di Arezzo, ai quali il pregiudicato ha indicato i luoghi dove ritrovare parte della refurtiva di precedenti colpi messi a segno".

La borsa appena rubata è stata immediatamente riconsegnata alla proprietaria con tutti gli effetti personali che è stato possibile recuperare, mentre proseguono le indagini per attribuire a M.D. ulteriori furti perpetrati con le medesime modalità; con ogni probabilità si tratta di un numero considerevole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro seriale specializzato in furti "col mattone" fermato dalla Polizia. A suo carico decine di colpi sulle auto

ArezzoNotizie è in caricamento