rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Cortona

"Ciao Manuel", domani i funerali del 23enne morto sul lavoro. Il vescovo: "Grande dolore, serve più attenzione alla sicurezza"

La cerimonia nella chiesa delle Chianacce e poi riposerà nel cimitero di Farneta

Il nulla osta della Procura di Siena è stato già dato. Domani parenti e amici potranno dare l'ultimo saluto a Manuel Cavanna, il 23enne morto sul lavoro ieri, a Montepulciano. 

Dalle 12,30 di oggi la salma si trova nella chiesa della Chianacce, dove saranno possibili le visite. Domani alle 16 si svolgeranno le esequie. Poi l'ultimo viaggio verso il cimitero di Farneta di Cortona. In tanti nel frattempo si sono recati nella chiesa, dove alle 17,30 verrà recitato il rosario in sua memoria. 

La tragedia

Manuel, meccanico professionista in una ditta Centoia, lavorava a un rimorchio agricolo a fianco del suo capo in località Tre Berte, nel comune di Montepulciano. Stando a una prima ricostruzione, improvvisamente un tubolare di ferro si sarebbe staccato dal mezzo e lo avrebbe colpito al petto. Erano da passate le 12 da pochi minuti quando è scattato l'allarme. l tentativi di soccorso e la corsa disperata dei mezzi dell'emergenza urgenza sono stati vani. Per Manuel non c'era più nulla da fare. 

Sul posto sono accorsi anche i carabinieri e la procura di Siena ha aperto un fascicolo. L'area dove si è verificato l'incidente è stata posta sotto sequestro mentre non è stata ravvisata la necessità di disporre un’autopsia. 

Manuel lascia la mamma, il babbo, la sorella, il cognato e la nipotina.

L'appello alla sicurezza: "È come l'aria"

Il cordoglio

Enorme il cordoglio nel Cortonese e nella Valdichiana aretina. "Ai familiari e agli amici di Manuel vanno le nostre più sentite condoglianze, alla magistratura la fiducia nell’accertamento delle eventuali responsabilità, ma soprattutto a tutto il mondo del lavoro l’appello a mettere al centro la questione della sicurezza", ha scritto in una nota il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, sollecitando una riflessione sulla questione degli infortuni sul lavoro.  

Toccanti le parole del vescovo di Arezzo Cortona e Sansepolcro, monsignor Andrea Migliavacca: "Desidero esprimere, anzitutto, il mio cordoglio e la mia preghiera per Manuel, il giovanissimo meccanico che ieri è morto mentre stava lavorando. Vorrei manifestare i miei sentimenti di vicinanza alla sua famiglia e a tutti i suoi cari. Ancora una volta ci troviamo, attoniti, a piangere la morte di un giovane lavoratore, a causa di un incidente; sono notizie che ci raggiungono troppo spesso: dobbiamo riflettere su quello che è accaduto per promuovere e per impegnarci, tutti, a favorire e sviluppare maggiore attenzione per la sicurezza nel mondo del lavoro".
A questo proposito, il vescovo ricorda che il tema della sicurezza sul luogo di lavoro è da tempo al centro anche della riflessione del mondo cattolico: "In più di un’occasione, papa Francesco ha indicato come prioritaria la considerazione della responsabilità verso i lavoratori"; il riferimento di monsignor Migliavacca è, in particolare, a un intervento del Papa tenuto nel settembre scorso, in occasione di un incontro con l’Associazione mutilati e invalidi del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Manuel", domani i funerali del 23enne morto sul lavoro. Il vescovo: "Grande dolore, serve più attenzione alla sicurezza"

ArezzoNotizie è in caricamento