menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio Lorenzo, oggi il funerale del giovane precipitato con il parapendio

Questo pomeriggio alle 15 alla Pieve don Alvaro Bardelli celebrerà le esequie

E' il giorno dell'addio. Il giorno in cui Arezzo darà l'ultimo saluto a Lorenzo Bruni, il 31enne che ha perso la vita precipitando con il suo parapendio. Una passione grande, un amore per le montagne e per il volo immenso. Lorenzo aveva preso il brevetto, coltivava quella passione da tempo e in modo serio. Ma una fatalità ha trasformato un'uscita all'insegna del divertimento in una tragedia. 

Lorenzo, il consulente innamorato della montagna

Questo pomeriggio alle 15 alla Pieve don Alvaro Bardelli celebrerà il funerale. Lorenzo era credente e praticante, una fede solida e genuina la sua. Conosceva don Alvaro, che lo accompagnerà nel suo ultimo viaggio. Dopo il rito religioso la salma verrà portata presso il cimitero di Arezzo.

Quell'ala chiusa e il paracadute d'emergenza che non si è aperto: così la tragedia

Intanto, mentre Arezzo si stringe nel dolore, proseguono le indagini della Procura di Lecco. Sono stati infatti disposti degli accertamenti tecnici per capire perché l'ala del parapendio non si è chiusa e perché non si è aperto il paracadute di emergenza. 

Lorenzo Bruni era un consulente di impresa che lavorava per il colosso Deloitte, nella sede i Milano. Lo scorso novembre si era trasferito nella capitale finanziaria italiana per questo nuovo impiego. A tradirlo è stato il suo amore per il parapendio, una passione per la quale aveva conseguito anche un brevetto. Domenica, alle 15, il lancio fatale dall'Alpe Giumello, nell'anello di monte Muggio. Un luogo incantato con una vista mozzafiato, tra rilievi, verde e specchi d'acqua sottostanti.  Qualcosa però è andato storto: una delle ali si sarebbe chiusa e il paracadute di riserva non si sarebbe aperto. Il giovane così sarebbe caduto perpendicolare sulle rocce dei monti nei pressi dell'abitato di Vendrogno, in provincia di Lecco.

Gli accertamenti sono condotti dai carabinieri di Bellano. A loro il compito di capire cosa non sia andato per il verso giusto domenica scorsa, tanto da arrivare alla terribile tragedia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento