Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Ricasoli

"Ciao Tim, sarai sempre con noi", l'addio al giovane morto in scooter. Domani la partenza per Durazzo

Lacrime e dolore, la lettera dell'amico per salutarlo: "Sarai nelle nuvole e nelle stelle, sempre con noi"

"Ti vogliamo ricordare così: sempre sorridente, sempre disponibile. Per noi sarai sempre presente: di giorno tra le nuvole e di notte tra le stelle", con queste toccanti parole, tra le lacrime e il dolore, amici e parenti hanno dato l'ultimo saluto a Shpetim Halili, il 35enne morto nella notte tra sabato e domenica lungo la Statale 71, all'altezza di Sitorni. 

Tanti i giovani presenti nella cappella della Madonna del Conforto, in duomo, per il funerale. E' stato don Alvaro Bardelli a celebrare il rito. Al termine un amico di Shpetim ha letto un messaggio: un saluto, non un addio. Perché il ricordo resterà sempre.

La tragedia nel cuore della notte 

Domani la salma partirà alla volta di Durazzo, dove il 35enne sarà tumulato. Torna nella sua Albania da dove, poco più che bambino è partito. La giovinezza l'ha vissuta ad Arezzo: da quasi 20 anni lavorava come pizzaiolo nel locale "Mi va di più" di piazza Sant'Agostino. Sabato sera, quando è avvenuta la tragedia, stava tornando a casa, dalla giovane moglie e dal figlio piccolo, dopo il turno di lavoro. Era a bordo del suo scooter, diretto verso Capolona, quando all'altezza di Sitorni, è finito fuori strada. Il motociclo è stato trovato nel fosso, mentre il corpo del giovane era dall'altra parte della carreggiata, travolto da un'auto in transito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Tim, sarai sempre con noi", l'addio al giovane morto in scooter. Domani la partenza per Durazzo

ArezzoNotizie è in caricamento