rotate-mobile
Cronaca

"Continueremo a vederti vicino a noi". L'ultimo saluto a Domenico Dezzani

Stamani il funerale del 65enne morto in un incidente stradale sulla E78. L'abbraccio della squadra dell'Arci Saione, di cui era dirigente, e di tutta la Uisp

C'erano tutti i suoi ragazzi a dargli l'ultimo abbraccio. Stamattina giocatori e tecnici dell'Arci Saione hanno salutato Domenico Dezzani, il 65enne che ha perso la vita intorno alla mezzanotte di giovedì, 6 giugno, in un incidente stradale. La chiesa di San Francesco Stigmatizzato era colma di dolore e malinconia per la scomparsa di un uomo che aveva saputo diventare un punto di riferimento per la sua squadra e tutta la Uisp

Dezzani, originario di Asti ma trasferitosi al Borghetto di Alberoro da molti anni, viveva con la moglie aretina. Amante degli animali, in giardino aveva una decina tra cani e gatti. Era soprannominato "Machete", come ha ricordato al termine delle esequie Mattia, uno dei dirigenti della squadra: "Domenico non era solo uno del Saione, era uno da Saione. Ci mancheranno quei momenti in cui si parlava del Toro, per cui faceva il tifo, del jazz o della bicicletta. Ci ha sempre trasmesso attaccamento, passione, disponibilità grazie alla capacità di sdrammatizzare e di trovare il lato positivo in tutte le cose del calcio e della vita. Continueremo a vederlo vicino a noi, seduto in panchina o lungo la linea del fallo laterale con la bandierina in mano. Non ci ha lasciato, è soltanto andato un attimo negli spogliatoi".

L'incidente mortale si è verificato intorno alla mezzanotte di giovedì, 6 giugno. Dezzani stava percorrendo con la sua Mercedes classe A la E78 tra Monte San Savino e Arezzo, al km 10 (direzione sud) nel comune di Civitella in Valdichiana, all'altezza dell'uscita di Pieve al Toppo, in un punto in cui c'è un cantiere con restringimento della carreggiata, quando sarebbe stato tamponato dalla Peugeot 407 guidata da un 40enne cubano ma residente in provincia di Arezzo. Entrambe le auto sono finite fuori strada e per Dezzani non c'è stato nulla da fare. Lievi le ferite del 40enne, che è stato comunque trasportato al San Donato e per il quale sono stati disposti in ospedale gli esami tossicologici. I rilievi di legge sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Arezzo.

La salma di Domenico Dezzani sarà cremata nei prossimi giorni. 

A Saione il funerale di Domenico Dezzani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Continueremo a vederti vicino a noi". L'ultimo saluto a Domenico Dezzani

ArezzoNotizie è in caricamento