Fredy, Salvini: "Gli ho detto che saremo sempre al suo fianco". Il gommista: "Ora dico no alle armi"

Il vice premier ha pubblicato un tweet sulla richiesta di archiviazione da parte del pm Andrea Claudiani

"Ogni tanto una bella notizia! Ho appena chiamato Fredy Pacini per felicitarmi e ribadirgli che eravamo, siamo e saremo sempre al suo fianco, sempre dalla parte del diritto alla legittima difesa". Così con un tweet il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini ha esultato sui social alla notizia della richiesta di archiviazione del Pm.

Il pm Andrea Claudiani ha firmato la richiesta di archiviazione per legittima difesa lo scorso 13 maggio, ma la notizia ha iniziato a circolare questa mattina. Adesso il caso di Fredy si avvia alla conclusione.  Il gip infatti dovrà decidere se accogliere o meno tale richiesta. Il pm avrebbe applicato la vecchia normativa, ritenendo che Pacini quella notte avesse agito per tutelare la propria incolumità e quindi non sarebbe perseguibile.

2019-05-15 (2)-2

Il pm chiede l'archiviazione

Fredy Pacini quando ha ricevuto la chiamata è rimasto sorpreso, ha gradito ma allo stesso tempo ha mantenuto il suo consueto atteggiamento riservato.

"L'ho ringraziato - ha detto - come si ringraziano tutte le persone che esprimono solidarietà. La sua chiamata, breve e concisa, mi ha fatto senz'altro piacere come quelle di tante altre persone che mi hanno chiamato". 

Non commenta ancora invece la notizia della richiesta di archiviazione. Vuole attendere fino all'ultimo: "Oggi per me non è ancora cambiato nulla". Poi si lascia andare ai microfoni di Radio Capital: "Alla nuova legge sulla legittima difesa dico no. Io non uso più armi e  non è giusto che ci lasci la pelle nessuno, il ladro come un altro".

Soddisfatta la difesa di Fredy. "La richesta del pm - afferma l'avvocato Alessandra Cheli - arriva alla fine di un percorso di indagine meticoloso. La procura ha lavorato a 360 gradi e l'interrogatorio ha rappresentato l'ultimo atto dell'inchiesta, siamo quindi soddisfatti. Anche perché i tempi sono stati brevissimi e le indagini si sono concluse nei termini dei 6 mesi previsiti dalla legge".

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Lucia Tanti alla carica: "Boschi che parla di consulenze? Credibile come Dracula all'Avis"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento