rotate-mobile

Folgorato mentre pescava, è morto Gabriele Lusini

Il 21 aveva agganciato i fili elettrici con l'amo della sua canna da pesca in carbonio: la scossa è stata violenta tanto da determinare un arresto cardiaco

Ha lottato tenacemente tra la vita e la morte in una stanza della rianimazione dell'ospedale di Careggi, ma non ce l'ha fatta. Gabriele Lusini, il 21enne che ieri ha avuto un gravissimo incidente mentre stava pescando, è morto quest'oggi. Il giovane era rimasto folgorato dai cavi della corrente elettrica per aver, inavvertitamente, agganciato con l'amo della sua canna in carbonio estendibile i cavi tesi (dove la corrente elettrica corre a 220 v) ad alcuni metri d'altezza. La fortissima scossa elettrica ha causato un arresto cardiaco. Il volo verso Careggi e le cure in rianimazione non sono stati sufficienti. Gabriele non si è mai ripreso. E nella serata oggi, dopo lunghe ore di monitoraggio è stato comunicato il decesso. 

I genitori hanno deciso di compiere un ultimo gesto di grande amore: hanno dato il consenso per donare gli organi. In questo modo altre persone avranno una nuova speranza di vita. 

Il drammatico incidente ha colpito molto la comunità di Soci e di Bibbiena che è rimasta profondamente colpita da questa vicenda. Un'ondata di commozione stamani ha travolto la vallata. Il sindaco, Filippo Vagnoli, ha espresso il suo cordoglio con una nota: "Siamo sconvolti. La nostra vicinanza alla famiglia, parenti e amici per questa fatalità. Chiediamo silenzio e rispetto per questo lutto che coinvolge tutta la nostra comunità".

Chi era Gabriele

Proprio oggi Gabriele avrebbe compiuto 21 anni. Era un ragazzo solare, con tante passioni. A cominciare da quella della pesca: spesso da Chitignano (comune dove viveva con i genitori) veniva a Soci (dove vivono i nonni materni) e si dedicava a questo hobby. Con sé un'attrezzatura di qualità, come quella canna al carbonio che ieri stava utilizzando quando è avvenuto l'incidente. Diplomato all'Itis Fermi, aveva iniziato a svolgere qualche in un'azienda di Bibbiena stazione. Nel tempo libero si dedicava anche al calcio (era difensore nella squadra del Bibbiena, che milita in prima categoria) e al calcetto. Oggi in segno di lutto il palacalcetto Gambineri ha chiuso le sue porte e su Facebook ha espresso le sue condoglianze. "La società calcio a 5 casentino e tutto lo staff del Palacalcetto Claudio Gambineri si stringe attorno alla famiglia Lusini per la prematura scomparsa di Gabriele. Oggi 13/06/2023 il locale rimarrà chiuso per lutto".

La tragedia

Il terribile incidente si è verificato nel tardo pomeriggio - alle 19 circa - lungo la pista ciclabile che costeggia il torrente Archiano nel comune di Bibbiena, non lontano da Soci. Il giovane praticava stava praticando pesca sportiva. A notarlo lungo l'argine del fiume, a ridosso della ciclabile, sarebbero stati alcuni passanti che hanno chiamato subito i soccorsi. 

Sul posto si sono precipitati i sanitari dell'emergenza urgenza della Asl Toscana Sud Est, con gli operatori della Pubblica assistenza del Casentino - con sede a Rassina - che hanno subito praticato il massaggio cardiaco al ragazzo. Nel frattempo è stato attivato l'elisoccorso Pegaso 1 che lo ha portato all'ospedale fiorentino di Careggi. Questo pomeriggio la notizia del decesso.

Sull'accaduto stanno svolgendo indagini i carabinieri della compagnia di Bibbiena, guidata dal comandante Giuseppe Barbato. L'episodio sembra potersi ricondurre a un fatale incidente, non sarebbero state individuate responsabilità di altre persone. 

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento