Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Foiano piange Matteo, nulla osta per i funerali. Terzo mortale in nove giorni nell'Aretino

Un'altra vita spezzata da un incidente stradale. Nella tarda serata di ieri, se ne è andato il giovanissimo Matteo Barboni, classe 2000, di Foiano della Chiana. Il ragazzo, appena diciottenne, è finito fuori carreggiata in sella al proprio scooter...

Un'altra vita spezzata da un incidente stradale. Nella tarda serata di ieri, se ne è andato il giovanissimo Matteo Barboni, classe 2000, di Foiano della Chiana. Il ragazzo, appena diciottenne, è finito fuori carreggiata in sella al proprio scooter in viale Indipendenza, alle porte del centro storico della cittadina della Valdichiana dove risiedeva. Oltre al motorino non ci sono altri mezzi coinvolti nel sinistro. Il dramma si è consumato intorno alle 23,15, fatale l'impatto contro un palo della luce a bordo strada, nonostante il conducente avesse indosso il casco.

I precedenti

La nuova tragedia della strada si aggiunge a quelle recentissime di Crescenzo di Donato, medico dermatologo 61enne appassionato di moto che ha trovato la morte a mezzogiorno del 21 luglio scorso sul valico dello Spino per uno scontro con un'altra due ruote, e di Eleonora Polenzani, 19enne biturgense, che la sera seguente (22 luglio) intorno alle 22 è deceduta a seguito di un fuoristrada in Valtiberina, a bordo della sua Toyota Yaris; aveva prima colpito il guard rail laterale per poi finire in un campo a bordo strada. Quello di Foiano è il terzo incidente mortale sulle strade aretine in appena nove giorni.

La dinamica

Lo scooter di Matteo stava percorrendo un tratto di strada insidioso che viene chiamato "sali-scendi", con un avvallamento dopo una salitella. I carabinieri della stazione di Foiano della Chiana (compagnia di Cortona) che hanno effettuato i rilievi non hanno rintracciato evidenti segni di frenate e non ci sono altri veicoli coinvolti. Forse una distrazione all'origine del sinistro. L'impatto tra lo scooter e il palo è stato violentissimo: nonostante il 18enne avesse il casco, sono state fatali le ferite riportate al collo. Tempestivi ma inutili i soccorsi chiamati da un passante. Era stato attivato anche Pegaso.

Niente autopsia

Non è stata eseguita l'autopsia, il pm di turno ha archiviato il caso. Dopo il riconoscimento, la salma - portata alla Fratta - è stata restituita ai genitori per i funerali.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foiano piange Matteo, nulla osta per i funerali. Terzo mortale in nove giorni nell'Aretino

ArezzoNotizie è in caricamento