Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

"Finti addetti bussano alle porte degli aretini", l'appello all'attenzione di Sei Toscana

Dopo aver ricevuto negli ultimi giorni segnalazioni di persone sconosciute che si spacciano per addetti del gestore, Sei Toscana ricorda che i propri operatori non sono in alcun modo tenuti ad entrare nelle abitazioni private, né a richiedere...

sei-toscana

Dopo aver ricevuto negli ultimi giorni segnalazioni di persone sconosciute che si spacciano per addetti del gestore, Sei Toscana ricorda che i propri operatori non sono in alcun modo tenuti ad entrare nelle abitazioni private, né a richiedere somme di denaro all'utenza. Solo ed esclusivamente nei servizi di consegna di attrezzature per la raccolta (come ad esempio per la fornitura di sacchi e mastelli del porta a porta) gli operatori del gestore sono autorizzati ad andare a domicilio dell'utenza per consegnare il materiale, ma in questo caso sono sempre riconoscibili da apposito tesserino identificativo e sono tenuti a consegnare il materiale restando fuori dall'abitazione privata. Sei Toscana invita pertanto i cittadini a contattare immediatamente le forze dell'ordine qualora ci siano persone che, spacciandosi per operatori del gestore, ne approfittino per entrare in casa, chiedere soldi o altro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Finti addetti bussano alle porte degli aretini", l'appello all'attenzione di Sei Toscana

ArezzoNotizie è in caricamento