Cronaca

Fine luglio e inizio agosto da incubo: un decesso ogni 2 giorni sulle strade aretine

Un'ottantina di incidenti stradali che hanno richiesto l'intervento del 118, in poco più di due mesi, quasi uno e mezzo al giorno dall'inizio di giugno in provincia di Arezzo. E addirittura un decesso ogni due giorni nell'ultimo periodo. Le...

MORTALE-A1

Un'ottantina di incidenti stradali che hanno richiesto l'intervento del 118, in poco più di due mesi, quasi uno e mezzo al giorno dall'inizio di giugno in provincia di Arezzo. E addirittura un decesso ogni due giorni nell'ultimo periodo. Le statistiche di quantità e di gravità dei sinistri nelle ultime 2-3 settimane hanno subito un'impennata. L'ultimo doppio mortale in A1, avvenuto ieri pomeriggio, ha portato per la seconda volta il tratto aretino della principale quattro corsie nazionale alla negativa ribalta, dopo l'incidente che, la mattina precedente, era costato la vita a un 86enne. Salgono a 7 i decessi sulle strade d'Arezzo dal 21 luglio scorso: 7 morti in appena 16 giorni. Una media di quasi uno ogni due giorni.

I precedenti

Si allunga ancora la striscia nera per le strade aretine a cavallo tra luglio e agosto: il 21 luglio si è consumata la tragedia di Crescenzo di Donato, medico dermatologo 61enne appassionato di moto che ha trovato la morte sul valico dello Spino per uno scontro con un'altra due ruote, il giorno seguente quella di Eleonora Polenzani, 19enne biturgense, che, intorno alle 22 è deceduta a seguito di un fuoristrada in Valtiberina a bordo della sua Toyota Yaris; il 29 luglio ancora un dramma della strada, stavolta a Foiano della Chiana, la vittima è stata Matteo Barboni, 18 anni appena. Il 1° agosto si è verificato un altro mortale, stavolta sul raccordo Arezzo-Battifolle, in cui ha perso la vita Roberta Basagni di Viciomaggio (domani alle 16 a Badia al Pino sono in programma i funerali). Due giorni fa il quinto caso in due settimane, con la scomparsa di Emilio Bracco, 86 anni, che viaggiava a bordo di una station wagon che si è schiantata contro un pilone di cemento armato in A1. Ieri pomeriggio l'ultima, doppia, tragedia con la morte, sempre in A1, di Attilio Vitale, 81 anni, e Luigia Loffredo, 76.

@MattiaCialini


Tag:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine luglio e inizio agosto da incubo: un decesso ogni 2 giorni sulle strade aretine

ArezzoNotizie è in caricamento