Cronaca

Notte in balia del branco, fidanzati scomparsi: atti tornano al pm. Possibile anche l'archiviazione

Gli atti sono tornati tra le mani del pm che adesso valuterà come andare avanti: se con un procedimento penale o se con una archiviazione. In teoria, infatti, la vicenda della coppia di nigeriani che ha raccontato di essere rimasti per una notte in balia di un branco di connazionali.

I fidanzati, come prevedibile, non si sono presentati in aula e l'incidente probatorio si è chiuso. Gli atti sono tornati tra le mani del pm che adesso valuterà come andare avanti: se con un procedimento penale o se con una archiviazione. In teoria, infatti, la vicenda della coppia di nigeriani che ha raccontato di essere rimasti per una notte in balia di un branco di connazionali.

Una vicenda dai contorni poco chiari, tanto che era stata proprio la pm Chiara Pistolesi a chiedere un incidente probatorio in modo da poter ola testimonianza. Ma la coppia è sparita nel nulla. Le notifiche dell'appuntamento odierno non sono state recapitate  e i due giovani (23 anni lei, 27 lui), dei quali le ultime residenze conosciute erano a L'Aquila e a Ferrara, si sarebbero volatilizzati. Forsi hanno preso una strada che li ha portati fuori dall'Italia o forse non si sono fatti trovare per paura di ritorsioni. 

L'unica cosa certa adesso è che se il procedimento andrà avanti, dovrà fare a meno di quella testimonianza che avrebbe potuto avere un valore di prova. Il pm in teoria potrebbe formulare anche capi di imputazione diversi da quelli attuali: uno dei nigeriani è stato denunciato per stupro e altri tre di sequestro di persona. I giovani sono assistiti dall'avvocato Francesca Marolda.

La vicenda

Era il 6 ottobre scorso quando i due findazati (arrivati ad Arezzo da Ferrara e da L'Aquila per incontrare il fratello di lui) per un disguido si ritrovarono alla stazione senza treni a dispozione per tornare a casa. A Campo di Marte conobbero dei connazionali che li invitarono a trascorrere la notte da loro. Insieme raggiunsero l'appartamento di Monterchi dove la serata prese una piega diversa. Stando al racconto dei fidanzati, uno dei connazionali avrebbe abusato della ragazza minacciandola con un coltello, mentre al fidanzato furono rasati i capelli. Solo l'indomani mattina i due giovani sarebbero stati lasciati andare. E si rivolsero subito alla Polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte in balia del branco, fidanzati scomparsi: atti tornano al pm. Possibile anche l'archiviazione

ArezzoNotizie è in caricamento