menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabbrica 100 mascherine e le vende vicino alla farmacia: denunciata (anche perché fuori casa senza motivo)

Nei guai una sessantunenne fermata dai carabinieri di Laterina. Le mascherine artigianalmente prodotte sono state sequestrate

Nel pomeriggio di sabato scorso i carabinieri della stazione di Laterina, nel corso di un servizio di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione dei reati e mirato specificamente al controllo delle disposizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza relativa al Coronavirus Covid-19 hanno denunciato in stato di libertà una donna del posto, classe 1959, poiché sorpresa e controllata mentre, nei pressi di una farmacia nel centro abitato di Laterina stava vendendo senza alcuna autorizzazione mascherine di stoffa prodotte artigianalmente.

I militari operanti hanno quindi provveduto a sequestrare le mascherine, circa un centinaio, e hanno denunciato la donna per i reati di esercizio abusivo di una professione e anche, ovviamente, per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità in relazione alle disposizioni in materia di contenimento dell’emergenza pandemica in atto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento