Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Esplosione in Casentino, Procura dispone sopralluogo dei vigili del fuoco per accertare le cause. Due famiglie evacuate

Il casolare sventrato dall'esplosione è stato posto sotto sequestro. Non solo per motivi di sicurezza - la struttura non è più agibile - ma anche perché  i vigili del fuoco, incaricati dalla procura di Arezzo, già da questa mattina stanno...

crollo-casa (2)

Il casolare sventrato dall'esplosione è stato posto sotto sequestro. Non solo per motivi di sicurezza - la struttura non è più agibile - ma anche perché i vigili del fuoco, incaricati dalla procura di Arezzo, già da questa mattina stanno svolgendo specifici accertamenti per di fare chiarezza su quanto avvenuto nel pomeriggio di ieri. Una serata di grande paura in Val della Meta, dove un uomo, M.H., è stato estratto vivo dalle macerie della propria abitazione devastata da una terribile esplosione.

Quando i vigili del fuoco - aretini e romagnoli, 25 in tutto - sono arrivati sul posto hanno trovato uno scenario drammatico. Il vecchio casolare di tre piano, dove vivono due famiglie, era in parte crollato e non era chiaro quante persone vi fossero all'interno al momento della deflagrazione. I pompieri si sono mossi tra polvere e detriti, hanno scavato con le mani facendosi "guidare" da una voce che proveniva da sotto le macerie. Era la voce di un uomo che per circa un'ora ha chiesto aiuto e ha cercato di indicare la sua posizione fin quando non è stato trovato e tratto in salvo. Pare che fosse rimasto bloccato da una trave: i medici hanno riscontrato un trauma toracico, un agli arti inferiori e un'ustione di primo grado al viso. L'uomo, un 50enne originario della Bosnia ma da anni residente in Casentino dove lavora come muratore, è stato stabilizzato sul posto e poi portato all'ospedale le Scotte di Siena, con Pegaso che ha volato ormai in totale assenza di luce.

Il 50enne viveva nel casolare con la famiglia e sempre nello stesso immobile viveva un'altra famiglia composta da madre padre e tre figli piccoli. Al momento dell'esplosione erano in casa e si sono precipitati all'esterno in preda al terrore. Solo l'uomo è rimasto imprigionato dal crollo del solaio.

Ma cosa ha causato il terribile scoppio? Secondo i primissimi rilievi potrebbe essersi trattato di una fuga di gas. Le due famiglie utilizzavano il gpl ed è probabile che ci sia qualche malfunzionamento dietro alla tragedia. In queste ore i vigili del fuoco stanno cercando di fare chiarezza.

Le due famiglie adesso sono state evacuate. Sul posto ieri sera si è recato anche il sindaco Giampaolo Tellini che ha cercato di tranquillizzare la famiglia coinvolta nella tragedia e anchge oggi tornerà a parlare con loro per trovare loro una temporanea sistemazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione in Casentino, Procura dispone sopralluogo dei vigili del fuoco per accertare le cause. Due famiglie evacuate

ArezzoNotizie è in caricamento