Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Ceciliano

Esche avvelenate alle porte di Arezzo, un cane intossicato. Il Comune piazza cartelli di pericolo

A muoversi sono stati i due agenti che compongono il nucleo operativo di tutela degli animali, creato dal comando di Polizia municipale su sollecito dell’assessore Giovanna Carlettini

Bocconi avvelenati alle porte di Arezzo. Un cane è rimasto intossicato per averne azzanato uno, ma è stato salvato, dopo essere stato prontamente portato dal veterinario dal proprietario. E' successo in un fosso in località Libbia, all’altezza dell’indicazione stradale per Busone. Gli agenti della Polizia municipale sono poi intervenuti sul posto, dopo la segnalazione ricevuta via mail. Nell'area sono stati apposti cartelli, che mettono in guardia sulla possibile presenza di esche avvelenate.

A muoversi sono stati i due agenti che compongono il nucleo operativo di tutela degli animali, creato dal comandante Aldo Poponcini su sollecito dell’assessore Giovanna Carlettini. I tre cartelli recitano: “Attenzione pericolo, possibile presenza di esche avvelenate”.

“Ringrazio ancora una volta - dichiara l’assessore Giovanna Carlettini - la polizia municipale per il lavoro che sta svolgendo. Continueremo a vigilare su ogni comportamento che costituisca violenza nei confronti degli animali e su pratiche particolarmente odiose come quella dei bocconi avvelenati. Quest’ultima peraltro, occorre ribadirlo, rappresenta un pericolo anche per le persone. Pensiamo solo all’eventualità che gli stessi siano raccolti da un bambino. Invito i cittadini a non esitare a contattare il centralino della Polizia Municipale per le loro segnalazioni”.

Immagine_29257-3

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esche avvelenate alle porte di Arezzo, un cane intossicato. Il Comune piazza cartelli di pericolo

ArezzoNotizie è in caricamento