Cronaca

Il dramma di Enzo, morto in volo come il fratello. Le indagini: ora il sopralluogo Enac e la perizia

Ieri la morte di Enzo Acanti, caduto da un aliante. Il fratello Roberto deceduto nel 2009 con un ultraleggero

Si è spento a 73 anni Enzo Acanti di Faella, frazione del comune di Castelfranco Piandiscò. Appassionato di volo, è deceduto ieri pomeriggio, dopo essere precipitato con il suo aliante da un'altezza di circa venti-trenta metri in località Castroncello, nel comune di Castiglion Fiorentino. Il dramma si è verificato nelle fasi del decollo del velivolo, che non è riuscito a prendere quota ed è caduto. L'altezza è risultata insufficiente per aprire il paracadute.

L'inchiesta della Procura di Arezzo

E' stata aperta un'inchiesta da parte del magistrato della procura di Arezzo Angela Masiello sulla morte del pensionato classe '45. Dopo il dramma, il titolare dell'aviosuperficie Podere Sant'Apollonia, Antonello Budini Gattai, ha allertato i soccorritori, tuttavia il 73enne era deceduto sul colpo. Sul posto anche i vigili del fuoco di Arezzo e i carabinieri di Castiglion Fiorentino (compagnia di Cortona) che hanno raccolto elementi utili all'inchiesta. Nei prossimi giorni ci saranno altri approfondimenti - un sopralluogo di Enac, l'Ente nazionale per l'aviazione civile, e una perizia della procura - per accertare eventuali responsabilità. Tutto in ordine sul fronte licenze. L'aliante caduto era di proprietà di Enzo Acanti.

Come il fratello Roberto

Quello di Enzo Acanti è un dramma che si aggiunge a un altro simile avvenuto in famiglia:il fratello, Roberto Acanti, morì cadendo con un ultraleggero nei cieli del Valdarno nove anni e mezzo fa. Era il settembre 2009. Dopo quel dramma il campo da volo dell'Aero Club Valdarno è intitolato alla memoria di Roberto Acanti, detto "Canarone", proprio per il colore giallo del suo velivolo.

La ricostruzione

Il dramma - come raccontato - si è consumato poco dopo le 14 di ieri, nelle fasi del decollo. Acanti si trovava nell'aliante e cercava di prendere quota, agganciato al verricello manovrato da Antonello Budini Gattai, titolare della struttura di Castroncello, Podere Sant'Apollonia. Ma sulla lunga pista erbosa, qualcosa è andato storto. Enzo Acanti ha virato e le correnti hanno causato uno stallo ad un'altezza di qualche decina di metri. Poi la caduta, tremenda, in un campo adiacente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Enzo, morto in volo come il fratello. Le indagini: ora il sopralluogo Enac e la perizia

ArezzoNotizie è in caricamento