Cronaca

Elias, arrestato spacciatore che gli ha venduto l'ultima dose. E' accusato di morte in conseguenza di altro reato

E' accusato di aver ceduto l'ultima dose di cocaina, quella che potrebbe essere stata fatale, al 18enne trovato morto nella cantina di casa. I carabinieri della compagnia di Sansepolcro, guidati dal comandante Angelo Bardi, dopo alcuni giorni di...

carabinieri-7

E' accusato di aver ceduto l'ultima dose di cocaina, quella che potrebbe essere stata fatale, al 18enne trovato morto nella cantina di casa. I carabinieri della compagnia di Sansepolcro, guidati dal comandante Angelo Bardi, dopo alcuni giorni di indagine avrebbero individuato il presunto responsabile della morte di Elias Ghouiza.

Fin dall'inizio le attvità investigative dei militari dell'Arma - coordinati dalla pm Elisabetta Iannelli - si sono concentrate sugli ambienti dello spaccio di sostanze stupefacenti del capoluogo biturgense: l'ipotesi principale della morte infatti è stata fin da subito quella dell'overdose.

Il fascicolo aperto dalla procura di Arezzo ha riportato fin dall'inizio l'ipotesi di reato di morte o lesioni di conseguenza di altro reato, ovvero lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini quindi sono andate a scavare tra le telefonate fatte nelle ultime ore di vita del ragazzo. Subito quindi sono state avviate intercettazioni telefoniche nei confronti di quelli che i militari hanno considerato potenziali spacciatori entrati in contatto con il 18enne.

Attività tecniche e indagini hanno portato nel giro di pochi giorni al fermo di polizia giudiziaria, avvenuto a Umbertide, di F. R. cittadino albanese, 21enne senza fissa dimora. Nei confronti del giovane sarebbero emerse gravi prove relative alla cessione della dose di cocaina assunta dal 18enne prima del decesso. Una dose che potrebbe essere stata fatale, anche se solo l'autopsia potrà darne conferma. Il giovane sarebbe stato incastrato sia da testimonianze sia da accertamenti tecnici. L'autopsia si svolgerà domani e solo in seguito ai risultati degli esami tossicologici sarà possibile capire se effettivamente si sia trattato di overdose. E proprio questa sarebbe la principale ipotesi investigativa. Nel corso delle indagini è stata accertata da parte dello stesso cittadino albanese una reiterata attività di spaccio spaccio di cocaina nell'Umbertidese, per il quale è stato tratto in arresto. Durante la perquisizione è stato trovato in possesso due dosi cocaina, per complessivi grammi 2,5, ed euro ottocento, che venivano posti sotto sequestro.

Il giovane è stato associato casa circondariale di Perugia Capanne a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elias, arrestato spacciatore che gli ha venduto l'ultima dose. E' accusato di morte in conseguenza di altro reato

ArezzoNotizie è in caricamento