E45, si apre un "buco" nel viadotto. Anas: "Un giunto ha ceduto". Marcelli: "Presto con i lavori"

Il cedimento è avvenuto nel viadotto Tevere 4. Il ponte è costituito da 35 campate per una lunghezza complessiva di oltre un chilometro e mezzo, compreso tra lo svincolo di Valsavignone e il confine regionale con l’Emilia Romagna, nel comune di Pieve Santo Stefano

Nel decreto di chiusura del viadotto Puleto il gip lo aveva scritto senza mezzi termini: "Anche il confinante viadotto Tevere 4 versa in condizioni di degrado". E i residenti della zona più volte lo avevano testimoniato con foto e video. Oggi la notizia del cedimento di un giunto di dilatazione ha colpito molto i viaggiatori e i residenti. Dopo due mesi in cui il traffico su quel tratto (come su tutte le arterie stradali) è drasticamente diminuito, il fatto è apparso preoccupante e sui social si è innescato un vero e proprio tam tam.

"Anche qui il ferro si sbriciola", il video che racconta le condizioni del Tevere IV

I pendolari si chiedono cosa sarebbe potuto accadere se ci fosse stato un traffico più sostenuto e quali rischi ha corso chi in questo periodo chi ha percorso quel tratto di strada.

Corsia chiusa e traffico deviato

Attualmente la viabilità sulla E45 - tra Valsavignone e il confine regionale in direzione Cesena - è deviata sulla carreggiata opposta, allestita a doppio senso di circolazione, per un tratto di circa 2,6 chilometri tra il km 159,150 e il km 161,800, nel comune di Pieve Santo Stefano. Sono questi gli immediati provvedimenti presi da Anas, che gestisce la superstrada. Era già previsto per le prossime settimane "il riavvio degli interventi di manutenzione programmata sul viadotto che necessitano della chiusura della carreggiata nord lungo lo stesso tratto per la prosecuzione dei lavori sulle pile dell’infrastruttura".

Il sindaco spiega cosa è successo

Ma cosa è accaduto di preciso? Il sindaco di Pieve Santo Stefano, Claudio Marcelli, ha spiegato a Tevere Post: "Si è creato un buco in prossimità della carreggiata di sorpasso. Per questo i veicoli ora transiteranno in senso alternato nella direzione sud. Come confermato dalla direzione di Anas, questo episodio, di fatto, contribuirà ad anticipare il riavvio delle operazioni di rifacimento del Tevere IV, che riprenderanno nei prossimi giorni.”

Poi nella pagina Facebook del Comune di Pieve Santo Stefano ha specificato: "Lungo la carreggiata nord del viadotto Tevere IV, in corrispondenza di un giunto nella corsia di sorpasso, si è verificato un modesto distacco del giunto, questo ha provocato l’immediato intervento di ANAS con la deviazione del traffico sulla corsia direzione Sud. Quindi in corrispondenza del Tevere IV ci sarà il doppio senso di circolazione nella corsia Sud. Vorrei ricordare che proprio nel Tevere IV sono previsti lavori per 20/24 milioni di euro. I lavori erano sospesi in osservanza del “Piano Neve” e sarebbero ripresi nelle prossime settimane, quindi questo distacco accelera l’inizio dei lavori previsti"

Lavori per 24 milioni per risistemare 25 campate

l viadotto è costituito da 35 campate per una lunghezza complessiva di oltre un chilometro e mezzo, compreso tra lo svincolo di Valsavignone e il confine regionale con l’Emilia Romagna, nel comune di Pieve Santo Stefano.

Per risistemarlo Anas ha dato il via ad un intervento che ha richiesto un investimento complessivo di 24 milioni di euro per il rifacimento delle solette e degli appoggi, il risanamento delle travi, la sostituzione delle barriere laterali e dei giunti di dilatazione oltre al rifacimento della pavimentazione. 

Se non ci fosse stata l'emergenza Coronavirus e il conseguente lockdown la durata dei lavori era prevista in 1050 giorni, con una pausa nel periodo invernale dal 15 novembre al 15 aprile. Adesso i lavori,  come spera il sindaco di Pieve, potrebbero avere un'accelerata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti fra comuni, scuole, circoli ed estetiste. Cosa si può fare nella Toscana arancione

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento