Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Clan della droga sgominato a Passignano: clienti da Arezzo per acquistare stupefacenti

Durante un'indagine dei carabinieri di Città della Pieve sono emerse  decine di vendite di dosi di cocaina in favore di soggetti provenienti dalla provincia di Arezzo, Siena ed ovviamente da quella di Perugia.

Da Arezzo a Passignano sul Trasimeno per approvvigionarsi di stupefacenti. E' quanto hanno scoperto i Carabinieri di Città della Pieve con una operazione che ha portato a sgominare un vero e proprio clan dello spaccio. Il comune del comprensorio lacustre  molto frequentato da giovani, soprattutto nel periodo primaverile ed estivo, è stato al centro di una inchiesta. 

Ne è scaturita un'indagine, fatta anche di lunghi appostamenti in borghese, grazie alla quale sono emerse  decine di vendite di dosi di cocaina in favore di soggetti provenienti dalla provincia di Arezzo, Siena ed ovviamente da quella di Perugia.

Fra i clienti - molti dei quali fermati - figuravano uomini e donne dell’età compresa tra i 19 ed i 65 anni: imprenditori, operai, impiegati, studenti, casalinghe e pensionati, alcuni dei quali beneficiari di reddito di cittadinanza. Il clan, soprattutto il capo, era molto scrupoloso: cercava di non lasciare tracce, cambiando auto e avendo a disposizione numerose sim telefoniche. Lo scambio delle dosi - come spiega Perugia Today - spesso avveniva nelle più disparate località del comprensorio passignanese, come ad esempio piste ciclabili, isole pedonali, parcheggi cimiteriali e zone boschive.

In tale contesto, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, ha indagato un cittadino albanese, trentenne domiciliato in Passignano sul Trasimeno, già conosciuto dai Carabinieri. 

Questa mattina alle prime luci dell’alba è scattato il blitz: diverse pattuglie dell’Arma e due unità cinofile del Centro Carabinieri di Firenze, hanno dato esecuzione alla ordinanza della Procura nei tre luoghi di dimora degli indagati: due in Passignano e uno nel comune di Corciano, nonché sono state eseguite perquisizioni domiciliari e personali. Sono stati sequestrati 6.860 euro in contanti, suddivisi in banconote da 20 e 50 euro, presumibile provento dell’attività di spaccio (da evidenziare che gli arrestati non svolgono alcuna attività lavorativa), diverse dosi di cocaina, 9 telefoni cellulari, 10 sim card e vari appunti contabili.“
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clan della droga sgominato a Passignano: clienti da Arezzo per acquistare stupefacenti

ArezzoNotizie è in caricamento