Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droga nella scatola di banane e sotto il prato di Campo di Marte. Due arresti nel blitz di ieri

Sono sei le persone denunciate e due quelle arrestate nel corso del controllo mirato alla zona di Campo di Marte che si è tenuto nel pomeriggio di ieri con un notevole dispiegamento di forze

 

E' stato Amper, il cane poliziotto antidroga, a scovarla nonostante si trovasse ben nascosta. Il suo fiuto non ha fallito nemmeno di fronte ad una scatola contenente banane in via di decomposizione. E' stato proprio all'interno di un negozio etnico di Saione che i poliziotti hanno scoperto alcune dosi di cannabinoidi. Cinque gli involucri di cellophane occultati nella scatola di cartone con le banane e altri due di maggiori dimensioni all'interno della borsa di un avventore che si trovava lì presente al momento del controllo. La sostanza del peso complessivo di 100 grammi è stata sequestrata. "Fondamentale è stato il lavoro espletato dal personale della Scientifica che con grande accuratezza ha provveduto nell’immediatezza ad analizzare la sostanza rinvenuta consentendo agli operatori di procedere con l’attività di indagine" fanno sapere dalla Questura di Arezzo. Così i controlli sono continuati nell'abitazione del gestore del negozio. La perquisizione ha permesso di recuperare e porre sotto sequestro al 70 grammi di stupefancenti del tipo cannabinoidi ben occultati nel cassetto del comodino. I poliziotti hanno immediatamente proceduto all'arresto di entrambi per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Ma questa è stata solo la seconda fase di un'operazione ben più ampia che ha riguardato anche le zone di Saione più vicine al centro come Campo di Marte fino al retro della stazione. Il servizio è stato organizzato da Dario Sallustio, questore di Arezzo che ha voluto intervervenire nel quartiere dove si concentra maggiormente l'attività di spaccio di droga. "L’obiettivo certamente di tale operazione è stato certamente quello di recuperare un territorio da restituire alla collettività cittadina." Il dispiegamento di forze ha visto impegnati un numero ingente di uomini della Polizia di Stato, in particolare hanno partecipato due squadre del reparto mobile di Firenze, sei equipaggi del reparto prevenzione e crimine di Firenze, la squadra mobile, le volanti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Arezzo, la scientifica, l’ufficio immigrazione e altro personale, nonché diversi equipaggi della polizia locale. Fondamentale si è rivelato il contributo dell’unità cinofila di Firenze e del loro cane poliziotto antidroga Amper.

Come raccontato ieri nell'immediatezza dell'operazione, dopo una discreta e mirata attività di prevenzione e di osservazione, gli agenti hanno provveduto a cinturare tutto Campo di Marte e la via sulla quale insiste il supermercato Gala, la farmacia comunale e il centro scommesse. Sono stati identificati e perquisiti tutti i numerosi soggetti presenti nell’area e a seguito dei controlli operati, quattro di loro sono stati denunciati perché risultati clandestini sul territorio nazionale, uno perchè trovato in violazione di quanto prescritto dalla normativa in materia di immigrazione ed un altro perché inottemperante alla misura del divieto di ritorno nel Comune di Arezzo.

Anche la ricerca di stupefacenti ha dato i suoi frutti, prima con il rinvenimento di un involucro di cellophane contenente sostanza stupefacente del tipo cannabinoidi a cura degli operatori, il cane antidroga riusciva a far rinvenire altri quattro involucri dello stesso tipo, tutti posti sotto sequestro. I pacchetti di droga erano sapientemente nascosti sotto il manto erboso del giardino di Campo di Marte. Ad uno dei controllati è stata trovata addosso una modica quantità di marijuana e per questo è stato denunciato.

Il plauso del sindaco Ghinelli

“Esprimo la mia più ampia soddisfazione per l'esito dell'operazione congiunta della Polizia di Stato e della Polizia Municipale svoltasi ieri pomeriggio a Campo di Marte. E' grazie alla collaborazione e alla sinergia fattive e costanti tra le forze di polizia, che contraddistinguono l'operato di quelle attive nel nostro territorio, che è possibile raggiungere risultati significativi come questo. La sicurezza dei cittadini e l'attenzione puntuale per le zone della città più sensibili rimangono priorità essenziali e imprescindibili, così come rimangono massimi il controllo e il presidio. Grazie a Sua Eccellenza il Prefetto, al Signor Questore a al Comandante della Polizia Municipale”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento