Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Droga nascosta in un pollaio: le Fiamme Gialle stroncano maxi giro di spaccio

Dopo un anno di indagini sono riusciti a stroncare un maxi giro di affari illecito di sostanze stupefacenti. E’ scattata nelle prime ore di questa mattina l’operazione siglata dai finanzieri del comando provinciale di Arezzo che ha permesso di...

Guardia di Finanza

Dopo un anno di indagini sono riusciti a stroncare un maxi giro di affari illecito di sostanze stupefacenti.

E' scattata nelle prime ore di questa mattina l'operazione siglata dai finanzieri del comando provinciale di Arezzo che ha permesso di ricostruire una complessa rete criminale attiva nella zona del Valdarno.

16 indagati, 11 perquisizioni domiciliari e locali, 7 misure cautelari eseguite e 1 arresto in flagranza di reato. Per un totale di 40 finanzieri impiegati e 6 unità cinofile provenienti da Firenze, Pisa, Grosseto e Piombino. Sono questi i numeri dell'attività di polizia giudiziaria che ha preso corpo nel novembre del 2014 e che ha visto coinvolti in prima persona gli uomini della compagnia di San Giovanni Valdarno.

"Nel tempo - fanno sapere dalla Guardia di Finanza - sono stati operati sequestri di stupefacente per quasi un chilogrammo di droga tra cocaina e hashish, nonché armi, banconote false, denaro contante frutto dell'illecita attività di spaccio, t.l.e. di contrabbando e la denuncia di 16 soggetti di varie nazionalità (rumeni, italiani ed albanesi)".

Le misure cautelari sono state emesse su richiesta della Procura di Arezzo nei confronti di 7 persone, 4 delle quali destinatari di un ordine di custodia cautelare in carcere, 2 agli arresti domiciliari ed uno sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

"L'impianto accusatorio - proseguono ancora le Fiamme Gialle valdarnesi - sorretto dai numerosi riscontri probatori e dai sequestri effettuati nel corso dell'operazione, ha permesso al PM di richiedere al gip i citati provvedimenti a carico degli indagati, alcuni dei quali, già arrestati in pregresse operazioni di polizia, dopo aver scontato la pena, avevano ripreso l'attività delittuosa".

Secondo quanto ricostruito, gli indagati si procuravano gli stupefacenti attraverso delle conoscenze a Perugia. Poi rivendevano la droga, essenzialmente cocaina, a clienti di Arezzo e del Valdarno.

Alle prime luci dell'alba di questa mattina è scattata l'operazione che ha portato i finanzieri ad eseguire varie perquisizioni tra cui una anche in un locale del centro. In totale sono stati sequestrati circa 100 grammi di stupefacente, denaro contante e bilancini di precisione, 3 auto e 1 motoveicolo. Sono in corso le procedure di sequestro presso gli istituti di credito delle varie posizioni bancarie. "La droga - concludono i finanzieri aretini - era stata nascosta addirittura sotto la paglia dei ricoveri per galline all'interno di un pollaio nelle campagne del Valdarno ed è stata rinvenuta grazie al fiuto dei cani cinofili appositamente addestrati. Tutti gli indagati dovranno rispondere, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Preme sottolineare come l'operazione condotta dai finanzieri, tesa, tra l'altro, a garantire più sicurezza sul territorio ed a rispondere alle problematiche emerse nei tavoli interistituzionali per la sicurezza predisposti dalla locale Prefettura, ha permesso di interrompere un'attività di spaccio che vede sempre più vittime tra i ragazzi in età adolescenziale".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nascosta in un pollaio: le Fiamme Gialle stroncano maxi giro di spaccio

ArezzoNotizie è in caricamento