Urla in casa e scattano i controlli. La polizia trova eroina e cocaina nella testata del letto e nelle scarpe

Per questo motivo è stato arrestato un uomo di origini tunisine non regolare nel territorio italiano e che aveva già precedenti

Notte agitata, vicini di casa che allertano le forze dell'ordine e dai controlli saltano fuori droga e la mancanza del permesso di soggiorno, oltre precedenti penali. E' accaduto in via Nardi, una traversa di via della Chimera, poco fuori dal centro storico di Arezzo. 

Questa notte la squadra volante dell’ufficio prevenzione crimine e soccorso pubblico della Questura di Arezzo, è intervenuta dopo che alla sala operativa erano arrivate segnalazioni di grida e urla insistenti provenienti da un appartamento. Sono stati gli abitanti della zona a chiamare il 113, raccontando che si trattasse della voce di un uomo in evidente stato alterato. Arrivati sul posto, gli agenti sono riusciti a individuare l’abitazione e all’interno hanno trovato un uomo verosimilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, estremamente agitato e che continuava ad urlare.

Gli operatori sono riusciti a calmarlo e a portarlo presso gli uffici della Questura di Arezzo per procedere a tutti gli accertamenti del caso. Così è stato evidente che l’uomo, di origine tunisina, aveva diversi precedenti penali ed era clandestino, poiché irregolare sul territorio nazionale; inoltre lo stesso era stato già colpito da una misura di divieto di ritorno in Arezzo.

Gli agenti della volante hanno proseguito i controlli nell'abitazione e hanno trovato nella testata del letto della camera da letto del soggetto della polvere che in seguito alle analisi è risultata essere eroina. Anche la perquisizione personale ha avuto successo. Sapientemente occultati all’interno delle scarpe, sono stati trovati 10g di sostanza stupefacente in parte del tipo eroina ed in parte del tipo cocaina, tutta confezionata in singole dosi pronte per la vendita. E' stato anche sequestrato il materiale e la strumentazione utilizzata per la realizzazione delle dosi come un bilancino di precisione e oggettistica per il confezionamento.

L'uomo è stato tratto in arresto. Nella mattinata odierna si è svolto il giudizio di convalida. L'uomo è stato sottoposto ad obbligo di firma in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento